#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

martedì 21 dicembre 2010

ECONOMIA: LA POLITICA LAVORATIVA DELLA PROVINCIA DI LIVORNO

A fine anno la Provincia di Livorno manderà a casa 30 lavoratori precari.

Ma l'amministrazione provinciale cosa ha pensato bene di fare? Essendo in crisi e dando tutta la colpa al governo centrale (e non alla cattiva amministrazione dei politici locali) ha deciso di spendere ben 396mila euro, ripeto 396mila euro, per mantenere in vita di "totem" che non sono altro che delle postazioni informatiche avanzate posizionate nei centri per l'impiego e nei vari comuni della provincia di Livorno.

Non per niente bello che 30 persone vengano sostituite da 30 macchine. Non sto dicendo che queste apparecchiature vadano a sostituire nel loro lavoro le persone ma non era il caso di poter spendere questi soldi in altro modo, magari cercando di trattenere quei lavoratori che ha fine anno varcheranno per l'ultima volta il portone principale dell'edificio posto in piazza del Municipio?...

domenica 19 dicembre 2010

ECONOMIA: CHIUDERANNO UNA CONCESSIONARIA ED UN RISTORANTE

La crisi economia, che nel resto dell'Italia si sta un pò ammortizzando, a Livorno si fa sentire ancora.

A fare la spesa di questa crisi economica saranno la Concessionaria della Fiat e Lancia "Tirrenauto" che manderà a casa, dal 31 dicembre 2010, ben 36 dipendenti; poi il ristorante self-service Sarni che si trova al primo piano del Centro Commerciale "Fonti del Corallo" dove 23 impiegati hanno un futuro sempre più coperto di nubi.

E in tutto questo l'amministrazione comunale e le autorità locali non stanno facendo niente. I sindacati si stanno dando da fare ma, a nostro avviso, devono essere le amministrazioni locali ad intervenire a tutte degli impiegati.

Il 31/12/2010 e vicino e speriamo che si possa risolvere nel miglior modo possibile.

venerdì 10 dicembre 2010

ALESSANDRO COSIMI: IL SINDACO "PERBENE" CHE NON ACCETTA LE CRITICHE

Come tutti ormai sapete Striscia la Notizia è arrivata anche a Livorno. Ha fatto prima un servizio sull'Ospedale e poi uno sulle ex Terme del Corallo.

Il servizio sulle Terme del Corallo andrà in onda nei prossimi giorni ma subito, il "perbenista" sindaco di Livorno, Alessandro Cosimi ha attaccato la trasmissione di canale 5. Il primo cittadino livornese se ne avuto a male dicendo che è una struttura privata dal 1950 e che l'amministrazione comunale l'ha rilevata nel 2009 dicendo anche che la trasmissione è stata inviata da "...persone che non hanno niente da dire...".

Caro Sindaco accetti le critiche considerando anche che non tutti i livornesi sono dalla sua parte!

IL DEGRADO DI LIVORNO A STRISCIA LA NOTIZIA

Finalmente anche Striscia la Notizia si accorge di Livorno. Già in passato il tg satirico era venuto a Livorno con il suo "vendicatore rosso", il "Gabibbo", ma poi era sembrato che Striscia ci avesse un pò dimenticato.

Invece è notizia di questi giorni che Striscia è ritornata a Livorno e con due inviati niente male. Prima è venuto il mitico Max Laudadio per documentare il caso del reparto di Endocrinologia ritenuto dall'Associazione "Atta" inadeguato rispetto ai pazienti; ieri invece è venuto Vittorio Brumotti, il mitico (anche lui) 100% Brumotti, l'inviato che con sua bicicletta porta alla luce le zone degratate delle città italiane.

Evviva Striscia la Notizia...

martedì 7 dicembre 2010

DA OGGI SU YOUTUBE

Anche il nostro blog sbarca su Youtube. Sul nostro canale potrai seguire vari reportage sulla nostra città. Un appuntamento da non perdere.

lunedì 22 novembre 2010

POLITICA: ANCHE AD OLIVIERO TOSCANI QUESTA LIVORNO NON PIACE

Nello scorso fine settimana si è tenuto un Forum, presso la Camera di Commercio di Livorno, sulla Toscana. Ci sono state parecchie assenze (dal sindaco di Livorno fino al presidente della Provincia di Livorno sicuramente per boicottare il presidente della Camera di Commercio Nardi che si è candidato alla guida dell'Autorità Portuale) ma su tutte le presenze al convegno ha spiccato l'intervento di Oliviero Toscani (storico fotografo della Benetton) dichiaramente di sinistra.

Come viene riportato anche dai quotidiani locali Oliviero Toscani ha dichiarato che questa Toscana (nel mezzo anche Livorno) non piace. Non piace perché la sinistra ha trasformato questa regione perché sembra di essere in un regime peggio della Cuba di Fidel Castro.

Ma tanto in Toscana, ed in particolare a Livorno, l'opposizione è inesistente e quindi è impossibile che si crei un'alternativa credibile al dominio "rosso".

Peccato perché la nostra città (ed anche la Toscana) avrebbe bisogno di uno slancio in avanti...

mercoledì 17 novembre 2010

LA POLITICA DELLA VERGOGNA CONTINUA ANCORA

E' roba da matti. A sentire parlare oggi il segretario provinciale del PD mi viene da domandarmi: ma si è capovolto il mondo?
Incredibile ma vero, il mondo si è capovolto. Il neo-segretario provinciale del PD ha dichiarato di voler aprire volentieri ad un'alleanza con Fini e Futuro e Libertà.
Ma ce ne rendiamo conto? Fino a un mese fa tutti gli ex e neo-comunisti offendevano il fascista Fini ed oggi, pur di mandare via Berlusconi dal Governo sono disposti a fare le alleanza con chi in passato non potevano nemmeno vedere.
Siamo arrivati veramente alle comiche in un paese come il nostro che ne ha viste di cotte e di crude, proprio questo non me lo aspettavo.
Staremo a vedere...

venerdì 5 novembre 2010

POLITICA: MA L'OPPOSIZIONE DOV'E' - PARTE 1

Livorno è una città stagnante. Dove tutto è ancora fermo a Sessanta anni fa. Con gli eredi del partito comunista che governano la città senza discontinuità. Per questo motivo, dopo gli anni ruggenti in cui la città è vissuta sulle grandi aziende statali, la politica economica cittadina si è bloccata.
Le aziende chiudono e i posti di lavoro scarseggiano.
L'amminitrazione comunale è libera di fare quello che vuole. Ad esempio può decidere si spostare l'Ospedale a proprio piacimento. Se fosse per motivi di utilità il trasloco della struttura ospedaliera, in un luogo più fruibile, sarebbe anche giustificabile. Ma tutto questo viene fatto s emplicemente per non perdere i fondi europei e del Cipe e per mangiarci, sicuramente, sopra.
Ma l'opposizione, in particolare quella di centro-destra, in tutto questo che ruolo ha avuto? Assolutamente niente. Se non fosse per un gruppo di cittadini non ci sarebbe nemmeno il referendum. Forse l'opposizione (intendo sempre quella di centro-destra) è riuscita a fare qualche banchetto in quà ed in là per raccogliere le firme ma niente di più.
Proposte concrete, alternative solide anche per incalzare il governo cittadino nemmeno l'ombra. Anzi, il principale partito di centro-destra, il Popolo della Libertà, si è diviso al suo interno (ma di questo ne parleremo la prossima volta...)

martedì 2 novembre 2010

ECONOMIA: ECCO I FINANZIAMENTI PER IL PORTO

COLLEGAMENTI FERROVIARI. Il potenziamento dei collegamenti ferrovieri è fondamentale per il porto. L'accordo firmato nel 2009 tra il Governo e la Regione Toscana prevede numerosi interventi:

- € 20.000.000,00: nuova stazione in Darsena Toscana;
- € 20.000.000,00: collegamento diretto tra la Darsena Toscana e la linea Roma-Genova per i treni provenienti dal porto con la linea tirrenica;
- € 102.000.000,00: collegamento ferroviario di Guasticce con la linea Collesalvetti-Vada, lato sud e lato nord;
- € 80.000.000,00: bretella di collegamento della linea Collesalvetti-Vada con la linea Firenze-Pisa;
- € 30.000.000,00: scavalco della linea tirrenica nell'ambito del collegamento diretto della Darsena Toscana con Guasticce.

TOTALE INVESTIMENTI: € 252.000.000,00

CORRIDOIO TIRRENICO. Fondamentale è poi l'aggancio del porto al corridoio dell'Alta Velocità e Alta Capacità: quello che risalendo dalla Sicilia tocca Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Brennero e termina a Berlino.
Il corridoio numero 1 è uno dei trenta ricompresi nelle reti T-Ten, riconosciuti dall'Unione Europea e su cui saranno concentrati i finanziamenti.

DARSENA EUROPA. La Darsena Europa è la scommessa del porto. Il progetto è molto ambizioso: un raddoppio a mare del porto, 1000 metri lineari di banchine, 600 mila metri quadrati di piazzali e i 16 metri di fondale.
Per realizzare la Piattaforma Europa con il project-financing si sono fatti avanti diversi gruppi. A breve dovrebbe partire la procedura per raccogliere le manifestazioni di interesse. I costi sono enormi e potrebbero addirittura superare il miliardo di euro. Ci sarà bisogno di consistenti finanziamenti pubblici, per realizzare le opre di messa in sicurezza, come le dighe. Per questo sarà decisiva l'Unione Europea: solo attingendo ai finanziamenti comunitari il progetto sarebbe realizzabile.

giovedì 28 ottobre 2010

ECONOMIA: ALL'ACQUARIO DI LIVORNO CIRCA 53.000 VISITATORI

L'Amministratore delegato di Opera Laboratori Fiorentini, Giuseppe Costa, ha reso noto il primo bilancio dei primi 3 mesi di vita dell'Acquario di Livorno.
I dati dicono che ci sono stati circa 53.000 visitatori, il 20% in più rispetto alle aspettative.
Domanda: ma sono visitatori unici? Risposta: naturalmente no!!!. Il sottoscritto, ad esempio, c'è stato 2 volte. La prima, naturalmente dopo anni di chiusura (non vedevo l'ora), il giorno dell'inaugurazione. La seconda volta poco tempo, visto che sono arrivati gli squali.
Quindi sicuramente, come si dice a Livorno, ci sarà da farci la "chea" sui dati mostrati dalla proprietà.

venerdì 22 ottobre 2010

1937 Livorno - Gran Premio d'Italia

Oggi parliamo di politica ed economia del passato. Infatti postiamo un bel video che si riferisce al Gran Premio d'Italia quando si svolgeva a Livorno. Era il lontano 1937...

giovedì 21 ottobre 2010

POLITICA: IL PD CON PICCINI PER L'AUTORITA' PORTUALE

In questi giorni a Livorno c'è una lotta di potere intorno alla candidatura alla presidenza dell'Autorità Portuale.
Le amministrazioni locali (Comune di Livorno, Provincia di Livorno e Regione Toscana) e la Camera di Commercio devono proporre al ministro competente un nome da presentare come candidato alla massima autorità del porto livornese.
Le amministrazioni locali hanno deciso di riconfermare il presidente uscente Roberto Piccini mentre la Camera di Commercio ha deciso di prendere le distanze da questa decisione e di presentare un proprio candidato Roberto Nardi (attualmente presidente della stessa Camera di Commercio).
Oggi sulle locandine della stampa locale si legge che il PD (Partito Democratico), che amministra in maggioranza la città, appoggia Roberto Piccini. Ma guarda caso! Prima di tutto Roberto Piccini è stato anche consigliere comunale del PD quando il PD si chiamava ancora PDS (Partito Democratico della Sinistra) e come sottosimbolo, alle radici della quercia aveva la "falce ed il martello"; Seconda cosa: Roberto Piccini è il deus ex machina della Compagnia Lavoratori Portuali e per questo rischia di bloccare tutto com'è successo durante il periodo del suo ultimo mandato.
Non sarebbe meglio una bella ventata di aria fresca con l'elezione alla presidenza di un nuovo personaggio?
Tanto per provare...

martedì 19 ottobre 2010

POLITICA: IL CASO "S. MARCO" A MATTINO CINQUE

Anche questa mattina ha avuto risonanza il caso "Livorno" in televisione. Rispondendo alle domande del direttore di "Libero" Maurizio Belpietro durante la puntata di "Mattino Cinque" il ministro Gelmini ha detto che il caso è ancora da valutare.
Seguiremo ancora le vicende...

lunedì 18 ottobre 2010

POLITICA: VESSILI COMUNISTI A SCUOLA

Era da un pò di tempo che quando si passava dall'ex teatro San Marco, dove adesso esiste una scuola comunale, si vedevano bene le bandiere del PDCI e di Rifondazione Comunista.
Ha fatto bene il Ministro della Pubblica Istruzione ad inviarci l'ispettore visto che, come è successo per i simboli leghisti, anche per altri simboli di partiti politici deve valere la regolare che non devono essere esposti in luoghi pubblici come le scuole.
La vicenda prosegue e sicuramente nei prossimi giorni ci saranno delle novità.

giovedì 7 ottobre 2010

POLITICA - REFERENDUM OSPEDALE: VOTERANNO ANCHE I SEDICENNI E GLI STRANIERI

I prossimi 27, 28 e 29 novembre si terrà il referendum abrogativo sulla nuova collocazione dell'Ospedale di Livorno.
La novità di queste consultazioni sarà la partecipazione al voto anche di sedicenni e stranieri. Una novità voluta dal vecchio sindaco labronico Gianfranco Lamberti (adesso all'opposizione con la lista civica "Confronto per Livorno") e che sta spaccando il mondo politico cittadino, soprattutto quella parte che ha voluto fortemente il referendum (PDL, Confronto per Livorno e Città Diversa).

lunedì 4 ottobre 2010

ECONOMIA: AZIMUT BENETTI VUOLE INVESTIRE SU LIVORNO

Finalmente una bella notizia. Dopo aver letto sulla stampa locale che alcune aziende del settore automobilistico vogliono chiudere i battenti e traslocare la loro sede da Livorno all'estero, arriva una bella notizia.
La società Azimut-Benetti (che costruisce yacht da favola) vuole investire (o meglio riinvestire visto che è già propietaria) nel cantiere della nostra città. Una bella notizia, niente da dire, ma un ma c'è sempre.
Permetterà l'amministrazione comunale livornese gli investimenti che l'Azimut intende fare? Ad alcune aziende che lo volevano fare è stato messo il "bastone" tra le ruote. Paolo Vitelli (il presidente di Azimut) riuscirà nell'intento?
Per il bene della nostra città speriamo di si.

POLITICA - REFERENDUM SULL'OSPEDALE: DECISA LA DATA

Finalmente è stata decisa la data per il referendum sulla collocazione del nuovo presidio ospedaliero livornese.
Le consultanzioni si svolgeranno il prossimo 28 novembre.

martedì 28 settembre 2010

POLITICA - REFERENDUM SULL'OSPEDALE: QUANDO LA DATA?

Come tutti sanno a Livorno c'è molta discussione sulla collocazione del nuovo Ospedale.
Personalmente preferisco la collocazione odierna, in una struttura che non ha pari in Italia, tutta al coperto dove non devi uscire dall'edificio per spostarti da un reparto all'altro.
L'amministrazione comunale aveva deciso di crearlo a Montenero nella periferia sud di Livorno. Molti cittadini sono contrari ed hanno deciso di raccogliere le firme per creare una consultazione popolare per dire no allo collocazione in quella zona.
Il numero di firme necessarie è stato raggiunto e quindi il referendum è stato approvato ma, ad oggi, la data per l'apertura delle urne non è stata ancora decisa. Il referendum doveva tenersi in ottobre, siamo a fine settembre e non è ancora stato comunicato niente, almeno sui giornali.
Ma quando verrà fatto il referendum?...

venerdì 24 settembre 2010

I FISCHI ALLO STADIO: UNA VERA E PROPRIA VERGOGNA

Come sempre Livorno si è fatta riconoscere. Sto parlando dei fischi allo stadio avvenuti prima dell'inizio della partita della serie Bwin tra Livorno e Portogruaro durante il minuto di raccoglimento in ricordo della morte del capitano Alessandro Romani.
Perfino il Presidente Emerito della Repubblica, Senatore a vita e livornese "doc" Carlo Azeglio Ciampi, ha preso le distanze dai quei fischi che, purtroppo, accadono sempre più spesso durante i minuti di raccoglimento per i militari, soprattutto a Livorno.
I militari non sono ne di destra e ne di sinistra, sono Italiana con la "I" maiuscola, perché difendono con onore ed orgoglio la nostra patria, la nostra nazione e la nostra bandiera.

sabato 18 settembre 2010

MOSCHEA SI, MOSCHEA NO.

E' l'argomento della settimana la creazione di una Moschea per i fedeli di religiorne islamica nella nostra città.
Personalmente sono per la libertà di religione in qualsiasi stato ed in qualsiasi cultura ma, facciamoci una domanda, se noi dovessissimo chiedere la costruzione di una chiesa in qualsiasi stato la cui religione musulmana è religione di stato ci sarebbe il via libera o scatterebbero le contestazioni?

venerdì 17 settembre 2010

BENVENUTO A TUTTI VOI

Salve a tutti, sono un abitante di Livorno. Nato e cresciuto in questa splendida città fondata dalla famiglia dei "Medici". Sono un appassionato sia di pallacanestro che di calcio ma anche di economia e politica che riguarda la mia città.
Per questo motivo ho creato questo blog per cercare di esporre le problematiche cittadine nel modo più equilibrato possibile.