#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

domenica 27 febbraio 2011

POLITICA: LA VISITA A LIVORNO DEL MINISTRO DELLA DIFESA IGNAZIO LA RUSSA

Ieri il Ministro della Difesa Ignazio La Russa a fatto visita alla Brigata Paracadutisti Folgore a Livorno.

L'occasione è la partenza dei "parà" per l'Afghanistan.

Ecco alcuni pezzi del suo discorsi ai soldati.

"Non siete soli, avete tutta la nazione dietro di voi, mai come in questo momento avete l'appoggio di tutta l'opinione pubblica.."

E poi ancora...

"...Con voi palpitano i cuoi delle donne, dei giovani, degli anziani, degli uomini d'Italia. Se avrete qualche momento di tristezza, sappiate che c'è tanta gente di cui non conoscete il volto o il nome che sa che potrà contare su di voi".

venerdì 25 febbraio 2011

POLITICA: IL CAPOGRUPPO DEL PDL IN CONSIGLIO PROVINCIALE DI LIVORNO ESPULSO DALL'AULA

Il Presidente del Consiglio Provinciale di Livorno, Fabio Di Bonito (Partito Democratico), ha espulso dall'aula del Consiglio il Capogruppo del Popolo della Libertà Costanza Vaccaro durante il dibattito sulla Discarica di Limoncino

Il caos è scoppiato quando il PDL ha chiesto di emandare, cioé di modificare, la mozione presentata pochi minuti prima aggiungendo una frase in cui si chiede di approvare la relazione della Terza Commissione sulla Discarica di Limoncino.

La mossa è molto astuta e potrebbe mettere in difficoltà anche la maggiorza di Sinistra.

L'emendamento non passa e tutto il PDL grida alla scorrettezza.

Maurizio Zingoni (vice-Coordinatore Regionale del PDL) abbandona l'aula. Il Presidente del Consiglio Provinciale perde le staffe e spedisce fuori dall'aula il Capogruppo PDL Vaccaro che esce gridando. Di conseguenza tutto il resto del gruppo di centro-destra abbandona l'aula.

martedì 22 febbraio 2011

ECONOMIA - PROVINCIA DI LIVORNO: A CASA ALTRI 21 PRECARI

Torna la polemica sui precari di un Ente contrallato dalla Provincia di Livorno, Provincia Livorno Sviluppo.

Era scoppiata a fine 2010 con 24 contratti già scaduti ed ora ritorna con altri 21 contratti in scadenza il prossimo 28 febbraio.

A pochi giorni dalla scadenza non ci sono le certezze per il rinnovo.

Gli sforzi dell'Ente per risolvere il problema sembrano minimi e nessuno ormai crede più in un rinnovo.

I tempi sono stretti e più il tempo passa e più sembra che il rinnovo del contratto resti un miraggio.

sabato 19 febbraio 2011

ECONOMIA: LA CRISI DI UNA GRANDE AZIENDA

Se una parte dell'industria livornese, la ex Delphi, festeggia la sua ripartenza un'latra parte non festeggia proprio.

E' notizia di questi giorni che l'azienda Mtm-Brc, con sede a Guasticce (LI), ha diminuito drasticamente il suo numero dei dipendenti.. L'azienda  che installa impianti GPL sulle auto ha ridotto da 150 a 20 i suoi dipendenti.

La scomparsa degli eco-incentivi ha diminuito la richiesta delle automobili con questo tipo di impianti.

La Mtm, nel suo massimo di lavoro, è arrivata ad occupare fino a 900 dipendenti. Lavoratori che avevano nella loro maggior parte dei casi contratti a tempo determinato che, arrivati a scadenza, poi non sono stati rinnovati.

L'Azienda ha ribadito che il sito di Livorno resta strategico e si sta mettendo inmoto per portare nella sede di Guasticce altri tipi di lavori.

mercoledì 16 febbraio 2011

ECONOMIA: ECCO L'AUTO "MADE IN LEGHORN"

Ecco le prime foto dell'auto costruita a Livorno.

Finalmente un pò di onore alla nostra città. L'auto è stata infatti presentata a Palazzo Chigi.

L'autovettura è stata costruita presso lo stabilimento della ex Delphi della nostra città dalla casa automobilistica "DE TOMASO AUTOMOBILI" (che ha assorbito interamente tutti 150 ex operai della Delphi).

L'autovettura è una luxury sport e verrà presentata il prossimo 3 marzo al salone automobilistico di Ginevra.

Nella foto si possono vedere Gianmario Rossignolo ed i figli Gianluca ed Edoardo che presentano la macchina al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta.

Ultima curiosità: il prezzo si aggirerà intorno ai 100.000-130.000 euro.

martedì 15 febbraio 2011

ECONOMIA E POLITICA: I DIRIGENTI COMUNALI CHIEDONO 24.000 EURO IN PIU'

Che vergogna! La notizia è stata pubblicata in questi giorni sui quotidiani locali.

I dirigenti del Comune di Livorno hanno chiesto un aumento nella busta paga di 24.000 euro lordi annui.

Una vergogna visto che il Comune di Livorno ha dichiarato che non può fare fronte ad alcune spese per i tagli ricevuti dal governo centrale ed adesso è intento ad aumentare la busta paga dei propri impiegati.

Francamente non è giusto. Gli impiegati comunali (compresi di dirigenti) hanno già un orario particolare e sembra inutile aumentarli lo stipendio.

Pensino invece a coloro che hanno un contratto part-time, di 4 ore al giorno, che prendono circa 600 euro il mese. Ma vi sembra giusto?

A voi la parola... per noi è solo VERGOGNA!!!

mercoledì 9 febbraio 2011

POLITICA: IL CONSIGLIO COMUNALE DI LIVORNO HA DATO IL VIA LIBERA PER LA COSTRUZIONE DELLA MOSCHEA

Se ne era parlato parecchio nei mesi scorsi di un proposta per un progetto per la costruzione di una Moschea nella nostra città.

E' notizia di questi giorni che il Consiglio Comunale di Livorno ha approvato a maggioranza il progetto per la costruzione della Moschea con i voti contrari dell'intero centro-destra (Pdl, Lega Nord e Udc).

Così da oggi i musulmani livornesi avranno la possibilità di poter creare un luogo di aggregazione dove poter pregare.

Il Consigliere Comunale del Pdl Marco Taradash (alla testa del gruppo Pdl-Taradash) ha dichiarato: "Mi riconosco nella mozione del Pdl, pur non avendola firmata e non avendola scritta. Forse l'avrei scritta diversamente. Tuttavia va bene dialogare con l'Islam, ma a patto che chi lo professa rispetti le nostre regole".

Come non dargli torto soprattutto nell'ultima parte della sua dichiarazione quando dice che "...chi lo professa rispetti le nostre regole". Il rispetto reciproco ci vuole sempre.

venerdì 4 febbraio 2011

AMMINISTRAZIONE COMUNALE: CHE CORAGGIO...

Ha un bel coraggio l'amministrazione comunale di Livorno ad incolpare il governo centrale per i tagli fatti dall'Azienda Trasporti Livornese (ATL).

Gli amministratori cittadini danno la colpa al taglio di flussi di liquidità ma non si ricordano mai quanti soldi sono andati via per creare il nuovo deposito dei mezzi dell'ATL nella zona di Salviano-LaLeccia-Scopaia che a tutt'oggi è ancora fermo.

Gli amministratori cittadini non danno la colpa ai tagli fatti dalle politiche economiche della Regione Toscana guidata da un rappresentante del Partito Democratico.

I rappresentati locali del partito di maggioranza si sono ritrovati in questi giorni presso il circolo ricreativo dei dipendenti comunali per un forum sull'ATL e sono intervenuti anche dei lavoratori dell'azienda per contestare i rappresentanti intervenuti.

Non sarà il caso che tutte le volte che c'è qualche problema gli amministratori locali livornesi la smettano di dare colpa sempre al governo centrale ed inizino a guardarsi dentro di se per fare un bel esame di coscienza?