#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

sabato 30 aprile 2011

POLITICA: IL PD SI SCANNA MA L'OPPOSIZIONE DOV'E'?

In questi giorni sui giornali locali vengono pubblicate le scaramuccie fra i membri del Partito Democratico che si stanno litigando, addirittura, via email.

Praticamente dentro il primo partito di maggioranza si stanno creando delle crepe ed il tutto sta passando alla luce del sole come se fosse normale.

Pensate se fosse successo all'interno del Popolo della Libertà con le due anime che compongono il partito di centro-destra cosa avrebbero scritto i giornali.

Adesso sta succedendo all'interno del Partito Democratico e l'Opposizione sta solamente a guardare.

Nessuno che vada sulla stampa o in televisione a cercare di recuperare quegli elettori scontenti dall'altra parte magari proponendo qualcosa di concreto. Forse perché, chi rappresenta a Livorno il partito del PDL all'interno degli Enti proposti, non è in grado di proporsi al pubblico.

Vengono fatte le solite conferenze stampa ma niente di più. Viene fatta la conferenza stampa sul crocifisso nelle scuole ma nessuno se ne è accorto che è un argomento troppo superficile e che tocca poco i veri problemi locali: l'occupazione, l'economia, la sicurezza ed il rilancio della nsotra città.

Nessuno nel PDL è in grado di poter recupare quei votanti che magari non tornano alle urne perché scontenti e, conoscendo a fondo il movimento, nessuno sarà in grado di poter uscire allo scoperto per prendere in mano la situazione.

Le persone che vengono messe nelle liste vengono inserite per riempirle senza tener conto di quello che portano veramente, ideali, programmi e conoscienze nel territorio.

Un partito che a Livorno è mal rappresentato e che nessuno ha la voglia e la capacità di cambiare.

mercoledì 27 aprile 2011

ECONOMIA: I PREZZI DELLE CASE A LIVORNO SONO IN RIBASSO

Come in tutte le altre città anche nella nostra i prezzi delle case sono in caduta libera.

I prezzi delle case, rispetto al secondo semestre del 2010, sono calati del 4,7%.

Negli ultimi anni i valori degli immobili nella nostra città sono scesi complessivamente del 10,6% ma sono differenti con il resto delle città toscane che avevano già sentito il ribasso nei due anni precedenti (2008 e 2009).

Comunque, nonostante la crisi del mercato, le compravendite nella nostra città sono aumentate riportando le transazioni ai livelli del boom del 2007.

Una sopresa emerge dal rapporto sui volumi di compravendite appena pubblicato dall'Osservatorio del Mercato Immobiliare, ovvero la banca dati dell'Agenzia delle Entrate (disponibile sul sito internet della stessa Agenzia delle Entrate).

Lo scorso anno, all'ombra di 4 mori, sono stati conclusi 2101 transizioni di compravendite di immobili residenziali e rispetto al 2009 sono 500 in più.

La percezione comunque è di un mercato immobiliare in grossa difficoltà. I prezzi sono crollati e questo motivo ha fatto ripartite le vendite.

domenica 17 aprile 2011

ECONOMIA E POLITICA: NEMMENO E' FINITO CHE IL PARCHEGGIO-SILOS DELL'EX ODEON E' GIA' IN VENDITA

Nemmeno il tempo di aprire, il parcheggio verrà aperto tra il mese di giugno e quello di luglio, che il parcheggio costato alla Spil (Società Porto Industriale) 18.000.000 di Euro è già stato messo in vendita.

Un parcheggio che ha un ritardo nella conclusione dei lavori di 3 anni (la conclusione del lavori era prevista per il 2008) e che è costato, come dice un inviato di "Striscia la Notizia", un sacco di "palanche".

Il presidente dalla Spil, Riccardo Vitti, dice che questa operazione sarà a costo zero per i livornesi. A parte che dipende a quanto sarà venduto ed a chi sarà venduto il parcheggio-silos ma, dal nostro personale punto di vista, recuperare 18.000.000 di Euro (o "palanche") sarà molto difficile.

Tutto questo per dire che il costo dell'operazione è stato troppo elevato ed eccessivo. Una parte dei proventi sarà ottenuto dalla vendita dei posti privati (ma non sappiamo a quanto verranno venduti) ma il resto come verrà recuperato?

La stessa domanda è stata fatta dai membri della Commissione del Consiglio Comunale al presidente della Spil ma Vitti non ha dato risposta.

Staremo a vedere gli eventi...

sabato 9 aprile 2011

ECONOMIA: NEL 2012 PRONTO IL RIGASSIFICATORE A LARGO DELLA NOSTRA CITTA'

Il rigassificatore che verrà costruito a largo di Livorno sarà il rigassificatore galleggiante più grande dell'intero Mediterraneo.

Una potenza di 4 miliardi di metri cubi di metano l'anno.

Sarà anche il più moderno e sicuro rispetto a tutti quelli simili che sono in funzione adesso come quello in Sud America che negli Emirati Arabi.

Un investiment complessiv di quasi 400 milioni di euro compresa la lunga tubazione sottimarina.

Quando sarà attivo, ovvero nella metà dell'anno prossimo, darà lavoro a 250 tecnici e marittimi compreso l'indotto. Circa 70 dipendenti lavoreranno presso la sede di Livorno nel settore amministrativo e quello del controllo tecnico.

La piattaforma di degassificazione, la nave "Golon Frost", è ancora in costruzione a Dubai dove verranno fatti anche gli ultimi aggiustamenti di trasformazione e adattamento. La piattaforma è in ritardo di un anno e mezzo perché ha avuto dei problemi legati alla fornitura dei delicati meccanismi di bordo.

Comunque la piattaforma tra un anno sarà a Livorno esattamente a 12 miglia dalla nostra costra per iniziare tutti i collaudi.

Nell'autunno del 2012 la piattaforma comincerà a pompare gas metano in tutta la rete nazionale.

mercoledì 6 aprile 2011

POLITICA: LIVORNO ACCETTA GLI IMMIGRATI, PISA PROTESTA E VINCE

Nella giornata di ieri è andata in scena la protesta dei piccoli imprenditori che lavorano in quel di Calambrone e di Tirrenia contro la presenza degli immigrati extracomunitari clandestini all'ex Ospedale Civile del Calambrone.

La protesta è andata bene e il Comune di Pisa ha deciso di ospitare gli immigrati extracomunitari clandestini presso la tenuta di San Rossore.

A Livorno è invece filato tutto liscio e gli immigrati extracomunitari clandestini sono stati alloggiati a fare una bella vacanza presso l'Ostello (che dovrebbe essere della gioventù) di Villa Morrazzana. Perché?

Intanto oggi al nostro porto sbarcherà un'altra nave proveniente da Lampedusa.

martedì 5 aprile 2011

POLITICA: ECCO CHE INIZIA LA VACANZA DEI CLANDESTINI

Come tutti ormai avranno letto al porto di Livorno sono arrivati 300 immigrati extracomunitari clandestini. Il che vuol dire che sono arrivati da altri paesi, non dell'Unione Europea, senza il permesso di stare nel nostro Paese.

Di questi 300 immigrati extracomunitari clandestini, 30 rimaranno nella nostra città. Questi 30 immigrati extracomunitari clandestini verranno ospitati presso l'Ostello di Villa Morrazzana. Villa Morrazzana è un  Ostello che si trova nella parte "bene" di Livorno, in quella Montenero dove i, come si dice nella nostra città, "quattrinai" hanno le ville.

Per questi 30 immigrati extracomunitari clandestini praticamente avranno una vacanza premio per essere arrivati illegalmente nella nostra Nazione.

Ma vi sembra possibile? Vi sembra giusto? E che cavolo!!!

Non dovremmo pensare prima ai nostri italiani e poi pensare al resto del mondo? (forse???)

Non sarà il caso di rispedirle il prima possibile nel loro Paese d'origine?

lunedì 4 aprile 2011

DA OGGI SI CAMBIA NOME: DA LIVORNO ECONOMIC E POLITIC BLOG A LIVORNO TIMES BLOG

Da oggi si cambia nome.

Il nostro blog si trasforma da "LIVORNO ECONOMIC E POLITIC BLOG" a "LIVORNO TIMES BLOG".

Cambia anche il carattere del titolo che lo abbiamo fatto simile a quello del "THE NEW YORK TIMES".

I contenuti non cambieranno ma verranno anche arricchiti con più interattività.

sabato 2 aprile 2011

POLITICA: NIENTE MALE LA PROPOSTA DELLA LEGA

La Lega Nord ha proposto, per raccogliere gli immigrati, l'Isola di Pianosa.

Un'idea sicuramente interessante vista anche che il resto d'Europa rimane sorda e la Francia, con il suo presidente "fighetto", gli respinge alla frontiera.

L'Isola di Pianosa è già stata sede per un carcere di massima sicurezza, ha una struttura già esistente che potrebbe essere adeguata senza tante problematiche.

Sarebbe il caso che le nostre amministrazioni locali prendessero in considerazione questa proposta.