#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

mercoledì 30 novembre 2011

PDL: E' GUERRA TRA EX FORZA ITALIA ED EX AN

Le due anime del PDL sono arrivate allo scontro. Gli ex membri di Alleanza Nazionale, da Amadio a Tamburini, hanno portato la divisione che c'era prima all'interno dell'ex partito di Fini, tra i filo-Matteoli ed i filo-Alemanno, all'interno del PDL.
Gli ex forzisti invece ritengono inopportuno queste divisioni e si dichiarono contrari all'elezioni a Coordinate Provinciale dell'avvocato Barbino.
Una serie di divisioni che rendono sempre più debole un partito che a Livorno non vuole proprio sfondare.

POLITCA: PRESENTATA ANCHE A LIVORNO ITALIA-FUTURA

E' stata presentata ufficialmente l'associazione di Luca Cordero di Montezemolo, Italia-Futura, a Livorno.
L'incontro di presentazione è avvenuto nella sede della Camera di Commercio in piazza del Municipio e c'era presente il gota della classe politica ed economica di Livorno.
I protagonisti sono stati il leader regionale Federico Vecchioni, il presidente della delegazione livornese Sergio Russo e l'ex consigliere comunale del PDL, appena passato alla corte del presidente della Ferrari, Andrea Romiti.
In prima fila c'erano presenti Cosimi (Sindaco di Livorno), Nardi (padrone di casa in qualità di presidente della Camera di Commercio) ed il Direttore di Confindustria di Livorno Paoletti.
L'obietto dei dirigenti livornesi è quello di essere presenti alle prossime elezioni amministrative come lista civica.
In Toscana gli iscritti sono 5mila.

martedì 29 novembre 2011

ECONOMIA: CON IL RIGASSIFICATORE IN ARRIVO 120 POSTI DI LAVORO

120 posti di lavoro arriveranno direttamente dal rigassificatore e molti altri dall'indotto, per non parlare del vuole d'affari che creerà e sarà pari a 420.000.000 di Euro.

Tutto questo per i prossimi venti anni.

Tutto questo grazie ad un'operazione che frange dell'ambientalismo estremo hanno fortmente osteggiato.

Intanto è stata inaugurata anche la sede della Olt, la società che gestirà l'impianto a largo di Livorno ed avrà sede nella nostra città, in piazza Mazzini nel bel mezzo della Porta a Mare.

domenica 27 novembre 2011

LA MOSCHEA VERRA' FATTA NELLA ZONA INDUSTRIALE DI LIVORNO

Ecco che anche Livorno avrà la sua Moschea. Dopo tante discussioni anche la comunità musulmana livornese avrà il suo luogo di culto.

La Moschea sorgerà nella zona industriale di Livorno (Picchianti) dove sono già presenti buddisti ed evangelisti.

La comunità islamica dovrà ristrutturare un immobile prima del trasferimento ma deve essere verificata la conformità urbanistica dell’edificio.

I tempi per la trasformazione del capannone in luogo di culto per i musulmani sono dunque dettati dalla burocrazia, dato che la volontà politica è già stata espressa dal consiglio comunale di Livorno con il voto di una mozione presentata con il primo firmatario Paolo Fenzi (Partito Democratico).

sabato 26 novembre 2011

POLITICA: CONTINUA IL CAOS NEL PDL MA NON C'E' RIMEDIO

Si dovrebbe avvicinare la data del Congresso Provinciale per il Pdl livornese. Ma il caos continua a crescere ed il partito nella nostra città continua ad essere inesistente.

Le varie anime si stanno facendo una guerra senza esclusioni di colpi.

Dalla Amandio a Zingoni, passando per Gragnoli, Tamburini, Corsinovi, Parisi, Barbino e Vaccaro tutti vogliono avere e trovare il proprio spazio e prendere possesso del partito a Livorno.

Ora se nel Partito Democratico si fanno la guerra per dividersi veramente il potere, ma perché nel PDL c'è chi si fa la guerra per dividersi il nulla?

Chi è stato veramente dentro sa che nel partito da spartirci c'è il nulla e che c'è una continua guerra di invidia verso chi ha delle qualità.

giovedì 24 novembre 2011

ECONOMIA: LA ZIM LASCIA UFFICIALMENTE IL PORTO DI LIVORNO

La Compagnia israeliana Zim ha lasciato definitivamente il nostro porto. La Compagnia di Israele ha lavorato per più di 50 anni nel porto di Livorno (dal 1957 che è presente) e già all'inizio dell'estate aveva deciso di dirottare i propri traffici sul porto di Genova.

Adesso, direttamente dal quartier generale di Haifa, è stata presa la decisione di chiudere anche gli uffici presenti nella nostra città che erano rimasti attivi.

Nel mese dello scorso luglio i massimi vertici della Zim eravano venuti a Livorno ed hanno avuto un faccia a faccia con il primo cittadino Alessandro Cosimi ma, a quanto pare, nulla è servito.

Un altro pezzo della nostra economia che va via...

martedì 22 novembre 2011

POLITICA - IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE PER LE POLITICHE COMUNITARIE: SVILUPPARE LA CITTA' SU 3 ASSI

Nei giorni scorsi è arrivata a Livorno la visita del Direttore Generale della Direzione per le Politiche Comunitarie della Commissione Europea Dirk Ahner per osservare sul campo i risultati raggiunti dalla Toscana nell'ambito dei progetti finanziati dalla Regione con i fondi europei.

Dopo Firenze e Pisa, è dunque stata la volta della nostra città: Livorno.

Il Direttore della Direzione per le Comunitarie della Commissione Europa ha dato anche delle dritte su come sviluppare in armonia una città.  Per Ahner l'idea di sviluppo urbano si basa su 3 assi:
  • rinnovamento dei quartieri;
  • rapporto forte tra città e comuni circostanti;
  • cooperazione tra città.
Speriamo che il Sindaco prenda a balzo queste idee per rivalutare una città che, purtroppo, dai nostri amministratori e sottovalutata.

domenica 20 novembre 2011

PIANO URBANISTICO: ECCO LA PAZZIA DEL COMUNE DI LIVORNO

Il Comune di Livorno ha deciso di assegnare l'appalto per il bando del nuovo piano urbanistico tramite un'asta pubblica.
Dovranno parteciparvi architetti o ingegneri specializzati ma con una specifica in più: devono aver fatturato nel corso del periodo 2006/2010 un importo di 3.550.000 di Euro più (lo riporta il paragrafo 1 del punto 5 del disciplinare di gara).
Il che equivale a dire che potranno partecipare al bando solo ingegneri o architetti che hanno incassato quell'importo. Purtroppo sia che in Italia che in Europa è molto difficile trovare un architetto o un ingegnere che abbia mai fatturato questo importo.
Il che equivale a dire che il bando potrebbe andare a vuoto. Praticamente uno sprecho di denaro pubblico per organizzare il bando.
Come al solito uno spreco all'italiana.

ROMITI: IL DISSIDENTE DEL PDL HA SCELTO MONTEZEMOLO

Alla fine il consigliere comunale Andrea Romiti, ex Pdl, ha scelto di aderire al progetto di Italia Futura, l'Associazione creata dal presidente della Ferrari Luca Cordelo Montezemolo.

In realtà Romiti aveva deciso di aderire a questa associazione già a fine estate.

Il fatto non è tanto che Romiti abbia cambiato bandiera (in realtà in Italia ed a Livorno ci siamo abituati) ma che a Livorno il Pdl sta diventando sempre più minoritario.

Troppe volte si leggono dissidi all'intero del partito con persone che si sentano proprietari del partito.

E' arrivata l'ora di dire basta e che tutti i personalismi per creare un'alternativa vera e credibile.

sabato 19 novembre 2011

ECONOMIA: EX DELPHI, ROSSIGNOLO A CACCIA DI SOCI

Si è tenuto nella sede livornese di Confindustria il tanto atteso incontro tra Gianluca Rossignolo (De Tomaso), Ettore Bartolo (Confindustria) e la delegazione dei sindacati di categoria e le RSU della De Tomaso.

Il succo dell'incontro è stato che il socio indiano, che doveva tirare fuori 5milioni di Euro, si è ritirato.

C'è preoccupazione per il futuro dei cassa integrati della ex Delphi (acquistata da Rossignolo) anche se i corsi vanno avanti per i 40 lavoratori dell'impianto di Guasticce.

In totale ci sono 140 lavoratori che aspettano notizie sul futuro.

Seguiremo sempre la vicenda...

POLITICA: IL PDL LIVORNESE SEMPRE PIU' DIVISO

Dopo l'addio di Andrea Romito al gruppo in consiglio comunale del PDL, i consiglieri Amadio, Bottino e Russo hanno detto che si rivolgeranno alla Corte dei Conti.

Il tutto perché l'articolo 1 del regolamento del Comune dice che entro 3 giorni della prima seduta del consiglio, il presidente comunica al Sindaco l'elenco dei gruppo consiliari. La richiesta di Romiti arriva, invece, dopo 2 anni.

L'articolo 7 dello stesso regolamento dice anche che il consigliere che si distacca dal gruppo in cui è stato eletto e non aderisce ad altro gruppo entra a far parte del gruppo misto.

Vada come vada il problema rimane sempre lo stesso: ma il PDL esiste sempre a Livorno? A voi la risposta...

giovedì 17 novembre 2011

ECONOMIA - DE TOMASO: DOMANI INCONTRO CON ROSSIGNOLO

Dopo un'odissea durata per mesi ed una soluzione che sembrava essere vicina per gli ex operai della Delphi, ora è venuto fuori che non ci sarà alcun socio indiano pronto ad entrare nel capitale della società.

Ora l'incubo dei finanziamenti è sempre di più dietro l'angolo.

Per questo motivo l'azienda deve dare dei chiarimenti nei confronti del territorio e domani (giovedì) Gianmarco Rossignolo (colui che ha rilevato la De Tomaso) sarà in città per incontrare i vertici locali e regionali.

Staremo a vedere...

mercoledì 16 novembre 2011

POLITICA: IL CASO SCRUTATORI FINISCE IN COMMISSIONE

Dopo che il Consigliere Comunale del Partito Democratico, Adriano Tramonti, ha promesso raccomandazioni su Facebook a chi volesse diventare scrutatore, il caso "scrutatori" passa al vaglio della commissione Affari Istituzionali del Comunale di Livorno.

Infatti la nuova normativa comunale prevede che chi vuole essere nominato scrutatore al seggio elettorale deve essere nominato (sarebbe meglio dire raccomandato) da un membro del Consiglio Comuanle.

Su questa normativa due Consiglieri Comunali, Bruno Tamburini (PDL) e Gianfranco Lamberti (Confronto Per Livorno ed ex Sindaco di Livorno in quota PDS/DS) hanno chiesto dei chiarimenti.

Siamo anche perfettamente d'accordo con quanto ha dichiarato il consigliere Tamburini: "E' gravissimo avere assunto atteggiamenti del genere (riferendosi al caso "Facebook") se questi sono i giovani che devono entrare in politica ben vengono i dinosauri".

Seguiremo ancora il caso.

lunedì 14 novembre 2011

DA OGGI C'E' UNA CASERMA INTITOLATA A FREGOSI

Dalle ore 11 di oggi, a Rosignano Marittimo (in Provincia di Livorno), alla presenza del Comandante della Legione Carabinieri Toscana, Generale di Brigata Giovanni Nistri, di Domenico Mannino (Prefetto di Livorno),  e di tutte le altre autorità provinciali e locali, sarà intitolata la locale Stazione Carabinieri al Sottotenente Enzo Fregosi, caduto nell’attentato di Nassiriya il 12 novembre del 2003.

Un bel gesto per ricordare uno militare caduto durante il suo lavoro.

Bravi!!!

VOLETE ISCRIVERVI NELLE LISTE DEGLI SCRUTATORI DI SEGGIO? CI PENSA IL CONSIGLIERE COMUNALE...

Volete iscrivervi nella lista degli scrutatori per i seggi elettorali? Ci pensa il consigliere comunale, almeno così pare da una pagina di Facebook dove, un membro del Consiglio Comunale di Livorno in quota Partito Democratico ha scritto:

"Chi fosse interessato a fare lo scrutatore ai seggi alle prossime elezioni deve recarsi all'ufficio comunale..." fin qui niente di male, ma il meglio deve ancora venire, il consigliere continua dicendo "...Una volta iscritto me lo comunica e provvederò a farlo nominare".

Si tratta di Andriano Tramonti, età 27 anni, consigliere comunale del Partito Democratico.

Cose da pazzi...

domenica 13 novembre 2011

AVETE TEMPO FINO AL 30 NOVEMBRE PER ISCRIVERVI NELLA LISTA DEGLI SCRUTATORI: ECCO LE ISTRUZIONI

Ci sarà tempo fino al prossimo 30 novembre per iscriversi all'albo scrutatori del seggio elettorale.

Per poterlo fare ci sono due ipotesi:

1) recarsi presso l'ufficio elettorale del Comune di Livorno in piazza del Municipio 50 e compilare un modulo;

2) scaricare il modulo direttamente dal sito internet del Comune di Livorno (www.comune.livorno.it), entrando nella sezione "Modulistica", stamparlo e portarlo all'ufficio elettorale in piazza del Municipio.

sabato 12 novembre 2011

STRAGE DI NASSIRIYA: OGGI LA RICORRENZA

Nell'ormai lontano 12 novembre 2003, alle ore 10.40 locali (le 8.40 italiane), un camion cisterna pieno di esplosivo scoppiò davanti la base MSU (Multinational Specialized Unit) italiana dei Carabinieri a Nassiriya (Iraq), provocando l'esplosione del deposito munizioni della base e la morte di diverse persone tra Carabinieri, militari e civili.

Tra i 28 morti, 19 italiani e 9 iracheni, c'era anche un Carabinieri di Livorno, Enzo Fregosi. Fregosi è stato membro del 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti "Tuscania", uno dei fondatori e poi comandante del GIS (Gruppo Intervento Speciale). In seguito è diventato anche comandate del NAS (Nucleo Anti-Sofisticazione).

Ci sembrava logico oggi ricordarlo visto che i media locali non ne fanno menzione.

giovedì 10 novembre 2011

ECONOMIA: ANCHE A LIVORNO C'E' CRISI

ECONOMIA. A giudicare dallo studio fatto, scusate il gioco di parole, del Centro Studio della nostra Camera di Commercio la produzione e gli ordini nella nostra città e nella nostra provincia non vanno molto bene.

L'andamento della produzione da aprile a giugno è sceso dello 7,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precendente.

Da tenere d'occhio anche il lieve calo dell'occupazione (0,1%) quando nel primo trimeste del 2011 è stato in positivo.

Per quanto riguarda invece gli ordinativi il divario di Livorno con il resto della Toscana è ampio. La prossima produzione potrebbe calare del 9,5%, praticamente l'opposto di un'altra provincia Toscana, Arezzo che vedrà un +9%.

martedì 8 novembre 2011

POLITICA: IL SINDACO COSIMI SCARICA IL "SUO" ASSESSORE

Alla fine il Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi (nella foto qui accanto) scarica l'assessore della sua giunta di sinistra.

"Bettini dovrebbe sempre ricordare che non è l’assessore di Sel. È un assessore della giunta del sindaco Cosimi. E se c’è un problema, farebbe meglio a parlarne in giunta: se invece vuole sottrarsi alla discussione, cambieranno anche le dinamiche nei rapporti". Queste le parole del Sindaco che ha continuato dicendo: "Mi sembra fuori luogo l’intervento che Bettini ha fatto sul commercio, Mi sembra fuori luogo che non ne abbia discusso prima con me".

In poche parole quasi un ben servito all'Assessore Bettini.

domenica 6 novembre 2011

POLITICA: IL PDL LIVORNESI CADE SEMPRE PIU' A PEZZI

POLITICA. Acque sempre più agitate nel centro-destra labronico.

In questi giorni è arrivata la notizia che un altro consigliere comunale, Andrea Romiti, ha deciso di lasciare il gruppo del Pdl per andare da solo.

Una decisione che porta il Pdl ad essere diviso in 4 gruppi.

Una roba da matti in un partito che talmente piccolo a Livorno che non riesce a trovare una linea unita solo perché ci sono troppi piccoli "berlusconini" che credono di poter essere i salvatori della patria.

La richesta da parte di Romiti è già arrivata sulla scrivania del presidente del Consiglio Comunale Enrico Bianchi e tra pochi giorni sarà messa all'ordine del giorno della commissione dei capigruppo.

Le decisioni ora sono due: andare nel gruppo misto o creare il gruppo della lista civica "Governare Livorno" che fa capo a Marco Taradash e dove Romiti si era presentato alle elezioni. Quest'ultima ipotesi però è molto difficile visto che il regolamento comunale non è molto chiaro e per questo servirà il voto in aula.

Andrea Romiti ha lasciato anche la carica di portavoce del Coordinamento Comunale del Pdl.

sabato 5 novembre 2011

ECONOMIA E POLITICA: NEL CENTRO SIA TURISTI CHE LIVORNESI

Da molto che a Livorno si parla di ridisegnare il piano del traffico per il centro, in modo particolare nella zona di via Grande e Piazza Grande.

Lo scontro è aperto tra commercianti ed amministrazione comunale. I commercianti non vogliono perdere i clienti, l'amministrazione comunale vuole pedonalizzare l'intero centro.

Ora, se l'amministrazione comunale pedonalizzerà sia Via Grande che Piazza Grande, per quei pochi commercianti "Made in Leghorn" che sono rimasti sarà come morire visto che per noi livornesi sarà veramente difficile recarsi in centro sia per la carenza di posti auto sia perché il trasporto pubblico cittadino non è ai massimi livelli.

Un assessore PD del Comune di Livorno ha detto "...con la pensione della nonna non si va lontano..." (riferendosi alle persone anziane che si recano a fare la spesa nei piccoli negozi) e che i commercianti livornesi devono pensare anche ad attrarre i turisti che sbarcano dalle navi da crociera.

L'idea di attirare i turisti non è niente male ma non è male neanche rendere raggiungibile il centro ai quei livornesi che vivono nelle periferie non costringendoli così ad andare verso altri lidi (vedi Ipercoop di Porta a Terra).

Trovare un punto d'incontro tra commercianti ed amministrazione comunale sarebbe il massimo, magari però non a discapito del resto dei cittadini labronici.

Staremo a vedere....

martedì 1 novembre 2011

PISTE CICLABILI: MA PERCHE' A LIVORNO NON VENGONO USATE?

In questi giorni andando a giro per le strade della città mi sono accorto che di una cosa: le piste ciclabili sono vuote!
Sono vuote no perché non ci sono biciclette ma semplicemente perché le bici non le usano.
Sull'Aurelia, sul marciapiede che costeggia il campo di calcio del Gymnasium, sono stati tolti posti auto per fare spazio a pedoni e biciclette creando una bella pista ciclabile. Ce ne fosse una di bici che la usa. Tutti che pedalano in mezzo alla strada!
Sul Viale Carducci stesso discorso. E' stata fatta una pista ciclabile che percorre l'intero viale dalla Stazione Centrale fino al Cisternone ma ci sono sempre delle persone che pedalano in mezzo alla strada!
Ma, il Codice della Strada, non dice che, dove c'è la presenza di una pista ciclabile le biciclette sono obbligate ad andarci? e che, se non lo fanno, possono subire una multa come il resto dei mezzi (auto e scooter) che camminano per strada?
Bisognerebbe che la polizia municipale facesse più controlli soprattutto per una questione di sicurezza stradale visto che le biciclette, quando camminano insieme ad auto e motocicli, sono un pericolo da non sottovalutare.

POLITICA: NEL PIANO DEL TRAFFICO PER VIA GRANDE VERRANNO TOLTI 150 POSTI AUTO

Se il piano di riqualificazione del progetto "Pensiamo in grande" che comprende sia piazza Grande che via Grande che le vie limitrofi, dovesse essere applicato com'è stato illustrato dall'Assessore Maurizio Bettini nella commissione consiliare, il centro cittadino si troverebbe con 150 posti auto in meno tra parcheggi a pagamento e parcheggi per i residenti.

Il particolare il piano di riqualificazione comporterà un taglio di 89 in via Grande; 56 posti in via degli Avvalorati e circa una decina in via San Giovanni.

Un progetto che sicuramente metterebbe in crisi tutta l'economia della nostra città con i pochi negozi ancora in mano ai commercianti livornesi (stanno aprendo catene di negozi di grandi marchi internazionali giorno dopo giorno) costretti a rivedere le loro finanze o addirittura a chiudere.

Un centro cittadino deve essere vissuto bene da tutti e deve essere reso ben fruibile a tutti senza costringere le persone ad andare verso altri centri (e non cittadini).

Per il momento sono solo parole vedremo quando gli amministratorio locali passeranno ai fatti...