#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

mercoledì 29 febbraio 2012

DOMENICA IL CONGRESSO DEL PDL

Si svolgerà domenica, presso l'Hotel Rex di Livorno, il Congresso Provinciale del PDL. Le votazioni saranno aperta la mattina alle ore 11 e si chiuderanno il pomeriggio, a seconda del numero di iscritti, alle 19 o alle  21.
Sarà un congresso molto particolare visto che sarà presente un solo candidato con una sola lista. A candidarsi come coordinatore provinciale sarà l'avvocato cecinese Paolo Barabino. Barabino sarà appoggiato sia dalla corrente filo-Amadio e sia dalla corrente filo-Matteoli.
In poche parole tutta la vecchia guardia di Alleanza Nazionale appoggia Barabino mentre la vecchia guardia di Forza Italia è stata praticamente tagliata fuori.
Nella lista di Barabino sono presenti: Massimo Malanima (già segretario provinciale del Movimento Sociale Italiano negli anni ottanta), Guido Guastalla (già candidato a Sindaca di una lista civica del centro-destra), Paola Nucci (consigliera di circoscrizione e rapprentante del comitato del commercianti di via Grande), Benito Gragnoli (consigliere provinciale e primo nella lista) e molti altri ancora.
La corrente filo-Vaccaro (capogruppo in Consiglio Provincial) forse non si presenterà al congresso boicottando le votazioni con l'assenza di tutti gli eletti che sono schierati dalla parte del capogruppo in Provincia.
Sicuramente ne vedremo sicuramente delle belle...

martedì 28 febbraio 2012

VERSO IL CONGRESSO DEL PDL

Si sono chiuse le liste del PDL e stando, alle ore 22.30 di ieri, nessuno oltre all'avvocato cecinese Paolo Barabino, aveva presentato una lista alternativa.
Se continua così vorrà dire che gli iscritti del PDL che andranno a votare fra poco troveranno una sola persona a cui dare la preferenza.
Barabino ha scelto come suo vice-coordinatore Massimo Malanima (già segretario del Movimento Sociale Italiano negli anni ottanta a Livorno). Il primo della lista è il Consigliere Provinciale Benito Gragnoli, uomo vicino al potentissimo ex ministro Altero Matteoli.
Tra l'altro Gragnoli è in guerra con il capogruppo del PDL in Consiglio Provinciale Costanza Vaccaro.
La novità più importante però è la scesa in campo di Guido Guastalla. Guastalla è un importante esponente della comunità ebraica livornese, è stato candidato a Sindaco del Centro-destra livornese ed era nella lista della della Lista Civica che appoggiò il candiato a Sindaco Marco Taradash alle ultime elezioni.
Guastalla appoggia il candidato a Coordinatore Provincìale.
Sicuramente ne vedremo delle belle...

lunedì 27 febbraio 2012

FINALMENTE VIA LIBERA ALLA VARIANTE URBANISTICA PER L'EX GRAN GUARDIA

Finalmente in Consiglio Comunale è arrivata la decisione: è stato dato il via libera per la variante urbanistica dell'ex stabile in cui trovava il cinema-teatro Gran Guardia.
Finalmente ora verrà creata una zona moderna dove verrà aperto un negozio della nota catena "H&M" ed in più altri negozi, bar, un polo culturale e la riapertura di una sala cinematografica.
Una notizia positiva che potrebbe portare un numero considerevole di posti di lavoro.

ACQUA PUBBLICA: ACCORDO TRA PD ED IDV

Era l'unica cosa in cui erano d'accordo il Partito Democratico e l'Italia dei Valori: la modifica dello statuto dell'Asa per valorizzare l'acqua come bene pubblico.
La pratica è arrivata sui banchi del Consiglio Comunale di Livorno sotto forma di emendamento e le varie opposizioni si sono subito opposte. L'ex Sindaco Lamberti ha detto: "Lo presentate in extremis senza dircelo?Ma io vado dal prefetto"; Marcella Amadio del PDL va all'attacco del Presidente del Consiglio Comunale Bianchi, Cannito della lista civica "Città Diversa" e Romiti (che rappresenta Montezemolo) hanno detto che gli sembra una forzatura assurda. Per questo motivo la discussione è stata spostata al Consiglio Comunale di lunedì.

sabato 25 febbraio 2012

AUTOSTRADA TIRRENICA: OUT OUT DELLA REGIONE TOSCANA

Nel vertice che si è svolto a Roma tra la Regione Toscana e la concessionaria che gestisce il tratto Livorno-Rosignano Marittimo dell'autostrada A12, la SAT, il presidente della Regione Enrico Rossi pone il paletto del pedaggio.
In particolar modo Rossi chiede a SAT di intervenire per la riduzione del pedaggio, nel caso contrario la Regione non darà il via libera per la creazione dell'ultimo tratto dell'autostrada.
Il maxi-pedaggio dovrebbe essere di circa 18 centesimi a chilometro compreso Iva. Una tariffa effettivamente un pò altina anche se, ad oggi, il tratto che va da Livorno alla barriera di Rosignano Marittimo è abbastanza caro.
Seguiremo la vicenda da vicino come da nostra abitudine.

venerdì 24 febbraio 2012

AUTOSTRADA TIRRENICA: OGGI VERTICE A ROMA

Il via libera per la costruzione dell'Autostrada Tirrenica da parte del Cipe doveva essere entro la fine dello scorso anno ma la caduta del governo Berlusconi ha rinviato qualsiasi decisione.
Nel frattempo i sindaci delle zone interessate dall'autostrada hanno alzato la voce contro il pedaggio che risulterebbe troppo caro.
Per fare il punto della situazione oggi a Roma si terrà un vertice tra la società che ha in gestione il tratto Livorno-Rosignano Marittimo (SAT), il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, l'assessore ai trasporti della Regione Toscana Luca Ceccobao e l'assessore all'ambiente sempre della Regione Toscana Anna Rita Bramerini.
L'importante però è giungere ad una soluzione il prima possibile perché, l'unico pezzo d'Europa che non ha ancora un collegamento autostradale, deve essere subito risolto.

giovedì 23 febbraio 2012

ADESSO L'IKEA FA UN PASSO INDIETRO

Dopo le folli idee del colosso svedese sul chilometraggio che un suo dipendente al massimo poteva percorrere per compiere il viaggio da casa al posto di lavoro la società svedese ha fatto un passo indietro, o almeno così sembra.
Infatti la multinazionale si sfila e non si prende le responsabilità sulle assunzioni privilegiate per i pisani. Addirittura tutti i sindaci dei comuni vicini a Pisa fanno fronte comune (scusate il gioco di parole) contro il sindaco della città ex repubblica marinara Filippeschi.
Addirittura i vertici italiani dell'Ikea (l'azienda ha sede per l'Italia a Milano) hanno testualmente detto (come riporta anche la stampa locale): "Assunzioni in base alla distanza? Non scherziamo, non ci siamo mai regolati in questo modo".
Però la prassi della distanza del massimo di 20 km viene spesso osservata negli altri megastore.
Ora però l'Ikea aggiusta il tiro. Ma rimane il dubbio di come si svolgeranno allora le selezioni in tutto questo caos? La cosa certa per adesso che il primo passo sarà l'apertura, nel mese di gennaio 2013, di un sito internet in cui gli aspiranti dipendenti potranno lasciare il curriculum. Dopo circa 4 settimane partirà la prima selezione.
Siamo veramente cuoriosi di vedere come andrà a finire la vincenda.

IKEA: VERGOGNA!!!

Come tutti sappiamo il colosso svedese dell'arredamento Ikea non ha scelto di aprire il suo megastore a Livorno ma ha scelto di aprirlo a Pisa nella zona dei Navicelli proprio di fronte all'aeroporto Galileo Galilei.
Fin qui niente di nuovo: Livorno che perde e Pisa, che come al solito, vince ed attrae investimenti molto importanti dal punto di vista occupazionale. E' capitato per gli stabilimenti Siemens (per ben due volte), ora Continental, che avevano chiesto di aprire nella zona del territorio comunale livornese e che invece hanno aperto a San Piero a Grado (sul territorio comunale di Pisa) ed a Fauglia (in provincia di Pisa); è capitato per un altro negozio di mobili MondoCovenienza che ha deciso di aprire a Navacchio (in provincia di Pisa); adesso è capitato per l'Ikea.
Il fatto che ci fa ancora di più arrabbiare è che ora il colosso svedese ha deciso di porre dei paletti dal punto di vista occupazionale. Pensate che possono fare domanda solo coloro che abitano ad un massimo di 20 minuti di distanza dal megastore. Livorno in questo caso è ultrapenalizzata. Infatti per percorrere la strada che separa Livorno e Pisa, con traffico normale, il tempo utile raggiunge proprio i 20 minuti e, quando c'è un pò di traffico (lavori stradali o svariati incidenti) il tempo di percorrenza aumenta notevolmente.
Per questo che all'Ikea anche noi diciamo: VERGOGNA!!!

mercoledì 22 febbraio 2012

AUTO-BLU: LIVORNO AL SECONDO POSTO IN TOSCANA

Sul sito internet del Governo è stato pubblicato il censimento permanente delle auto-blu al servizio della pubblica amministrazione.
Per la Toscana al primo posto c'è Firenze con le sue 475 autovetture ma al secondo posto c'è la nostra città: Livorno.
A Livorno sono a dispozione tra l'Azienda Ospedaliera Locale (ASL 6) ed il Comune 378 auto-blu. In particolar modo l'Asl livornese ha 295 autovetture a disposizione mentre l'amministrazione comunale labronica ha 83 macchine privilegiate.
Tutte le autovetture sono di proprietà ed a dispozione degli uffici.

lunedì 20 febbraio 2012

ECONOMIA: A LIVORNO APRIRA' LA FILIALE DI UN'ALTRA BANCA

A Livorno aprirà la sua sede una nuova banca. Si tratta di uno sportello del Banco di Lucca e del Tirreno che ha filiali già nelle città di Lucca, Viareggio e Firenze.
La sede sarà presso il nuovo edificio che è stato costruito sulle ceneri del cinema Metropolitan in via Marradi.
La banca ha un capitale sociale di 35.127.000,00 Euro. La sede princiale si trova a Lucca.

domenica 19 febbraio 2012

MEGLIO DARE I SOLDI ALLE OLIMPIADI O MEGLIO DARE I SOLDI A CELENTANO?

Vorrei parlare, anche in questo post, di un argomento non prettamente locale ma che riguarda l'economia di tutti noi.
Riprendendo il titolo: meglio dare i soldi alle Olimpiadi o meglio dare i soldi per le prediche tv di Celentano?
Vi domanderete: ma che c'entra Celentano con le Olimpiadi? C'entra e come c'entra! Entrambi hanno ricevuto o avrebbero ricevuto soldi pubblici. In particolar modo il "molleggiato" che ha ricevuto cifre da capogiro per dire "stupidaggini" live.
Ma questo post non vuole essere una critica a SanRemo (non lo guardo e non mi piace nemmeno, è da vecchi!!!), ma vuole essere una critica diretta al governo Monti.
Il Presidente del Consiglio infatti ha rifiutato di dare una risposta positiva al Comitato Organizzativo di Roma 2020 ma non ha mosso un dito quando la Rai (televisione pubblica e quindi controllato dallo stato) ha deciso di ingaggiare Adriano Celentano.
Non era anche da dire un bel no alla scelta di mega-pagare Celentano giustificandosi come il governo si è giustificato nel caso Olimpiadi con la scelta di sobrietà?
Il governo ha detto no alle Olimpiadi perché, almeno secondo "il professore" (mi sembra di parlare di Prodi), non era possibile tirare fuori tutti quei soldi (anche se mancano ancora 8 anni) per dare il buon esempio nei confronti degli italiani.
Ma tirare fuori i soldi pubblici per darli ad una sola persona è giusto?
Non era meglio dire di si alle Olimpiadi che magari potevano creare dei posti di lavoro e potevano creare anche dei sogni in molti giovani?
Già, ma i giovani sono mammoni e monotoni!
Grazie Mario!

M.

sabato 18 febbraio 2012

ECONOMIA: DUE MEGA-ORDINI PER AZIMUT BENETTI

Notizie buone per quanto riguarda l'economia livornese. Infatti il Cantieri Nautico Azimut-Benetti ha ricevuto due commesse per costruire yacht da oltre 90 metri.
L'azienda dice che potrebbero esserci 500-600 posti di lavoro in più. L'unico blocco che rimane è la grandezza  della più grande darsena del cantiere, la darsena Morosini, che potrebbe essere piccola.
Livorno, secondo i vertici dell'azienda, potrebbe diventare una specie di "Maranello" del  mare dove poter costruire mega-yacht da sogno in pieno stile Ferrari.
Però la darsena Morosini non ha il fondale alto per il pescaggio delle imbarcazioni e lo ship-lift è utilizzabile per yacht fino a 70 metri. L'idea potrebbe essere quella di spostare in un bacino galleggiante l'attività e mantenere nella terra ferma il lavoro delle fasi di costruzione ed allestimento.

venerdì 17 febbraio 2012

AZZERATI I VERTICI DELL'AAMPS

Sono stati azzerati i vertici dell'Aamps, l'azienda municipalizzata livornese che raccoglie i rifiuti.

La decisione è stata presa dal Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi che ha fatto "fuori" tutti i membri del cda.

Via quindi il Presidente Massimo Cappelli, via anche il suo vice Cesare Baccini e via anche il Direttore Carlo Ceccarelli.

Ora il Sindaco di Livorno vorrebbe creare un Amministratore Unico e nelle sue intenzioni ci sarebbe quello di nominare Angelo Rosi (noto a Livorno per essere legato al salvataggio dal fallimento dell'allora Cantiere Fratelli Orlando).

L'Amministratore Unico avrà l'incarico di traghettare l'Aamps verso il gestore unico dei rifiuti della Costa.

giovedì 16 febbraio 2012

ECONOMIA: ALTRO STABILIMENTO LIVORNESE A RISCHIO CHIUSURA

Altre notizie negative per quanto riguarda l'economia della nostra città. Infatti l'azienda Novaol ha deciso la messa in cassa integrazione di tutti e 35 dipendenti presenti nello stabilimento della nostra città.
L'azienda ha provveduto ad iniziare la procedura della cassa integrazione nonostante lo stabilimento di Livorno sia un sito altamente efficente con lavoratori con altissima professionalità.
Le organizzazioni sindacali della Provincia di Livorno hanno inviato una richiesta di un urgente incontro con le tre amministrazioni locali (Comunale, Provinciale e Regionale) per vedere di poter risolvere il problema.
Continueremo a seguire questo caso con occhio particolare.

mercoledì 15 febbraio 2012

EVASIONE PER 88 MILIONI DI EURO

E' stato reso noto in questi giorni il bilancio della Guardia di Finanza di Livorno nella lotta all'evasione del 2011.  Dai controlli è emerso che 1 attività su 3 non fa lo scontrino e che questo a comportato, alle fine dei conti, un'evasione per 88 milioni di euro.
Altro dato importante è stato anche scoprire i finti poveri. Infatti, nel corso del 2011, è emerso che 5 persone su 6 controllate si fingono più povere per avere agevolazioni sia fiscali che sanitarie.

martedì 14 febbraio 2012

CASO ROSSIGNOLO: ED ORA CHE FINE FARA' L'EX DELPHI?

la famiglia Rossignolo al completo
La famiglia Rossignolo, che controllava la casa automobilistica De Tomaso, in questi giorni ha deciso, come tutti sanno, di cedere il proprio pacchetto di maggioranza della stessa De Tomaso.

Come socio si parla di una società cinese attiva da tempo in Cina nel mondo delle automobili: la Nac-Saic.

Rossignolo è legato anche alla nostra città visto che ha rilevato l'ex Delphi per crearvi una parte della produzione delle auto De Tomaso. Gli operai della fabbrica livornese sono ancora in cassa integrazione. Ci sono quindi dei timori per quello che potrebbe accadere nel sito labronico.

Nella fabbrica livornese si sarebbe dovuta produrre la superauto di lusso Deauville (nella foto in alto la presentazione a palazzo Chigi).

In Piemonte, in particolar modo davanti allo stabilimento di Grugliasco (che è anche il quartier generale della società) sono stati fatti dei presidii.

Seguiremo la vicenda da vicino...

POLITICA: IL CONSIGLIO COMUNALE DI LIVORNO HA DATO IL VIA AL NUOVO OSPEDALE

Nella giornata di ieri si è tenuto il Consiglio Comunale a Livorno. Oggetto della seduta è stato anche il progetto del nuovo ospedale. In particolar modo sono state approvate le variazioni urbanistiche connesse alla costruzione della nuova struttura ospedaliera.
La votazione è finita con 21 voti favoreli e 9 voti contrari. Non ci sono stati astenuti.
Ma servirà qualcosa questo nuovo ospedale sperduto nelle colline livornesi? Il vecchio ospedale (una struttura costruita durante il periodo fascista) potrebbe essere rimodernato senza stare a spendere nuovi soldi. Ne varrà la pena?
Intanto gli amministratori livornesi stanno andando avanti con l'appoggio di tutti i consiglieri comunali di maggioranza.
Resta comunque il dubbio!

lunedì 13 febbraio 2012

EX VERTICI DELL'AUTORITA' PORTUALE A PROCESSO

La Procura di Livorno ha chiesto il rinvio a giudizio per Piccini, Gionfriddo e Migheli per il caso del pontone Dakota.
L'indagine è durata due anni ed alla fine il pubblico ministero Mannucci ha chiesto il rinvio a giudizio degli uomini che erano al vertice dell'Autorità Portuale livornese.
L'accusa è abuso d'ufficio, falso e soppressione dei documenti. L'udienza davanti al giudice è stata fissata per la fine di marzo.

domenica 12 febbraio 2012

ECONOMIA: CROCIERE IN AUMENTO PER IL PORTO DI LIVORNO

Buone notizie per quanto riguarda le crociere nel Porto di Livorno. Infatti nel 2011 c'è stato un aumento del 19,5% di croceriesti raggiungendo le 982.928 persone di cui oltre 41.000 fra imbarcati e sbarcati.
E' stato così ampiamente superato il record del 2008 che aveva visto nel Porto di Livorno passare 849.050 persone.

sabato 11 febbraio 2012

ECONOMIA: ROSSIGNOLO CEDE IL CONTROLLO DELLA DE TOMASO

Dopo essersi dato tante aree dicendo di voler salvare la ex Delphi di Livorno, il gruppo Rossignolo si arrende e cede la quota che aveva nella De Tomaso annunciando così l'ingresso di un nuovo socio.

Indiscrezioni parlano di un socio cinese, in particolar modo di Nac-Saic.

La Nac (Nanjing Automobile Corporation) è la più antica casa automobilistica cinese che ha il quartier generale a Nanchino.

La Nac è di proprietà statale ma orbita intorno alla galassia del colosso tedesco della VolksWagen.

Staremo a vedere...

venerdì 10 febbraio 2012

POLITICA: E' GUERRA APERTA PER IL COORDINATORE PROVINCIALE DEL PDL DI LIVORNO

Si sono tenute varie riunioni in questi giorni per decidere di andare uniti verso l'elezione del Coordinatore Provinciale del Popolo della Libertà a Livorno.
Però il partito è completamente diviso con i filo-Amadio contro il filo Taradash-Zingoni. Il quotidiano locale il Tirreno ha pubblicato dei video di una di queste riunioni: cliccate qui per vederli.

mercoledì 8 febbraio 2012

POLITICA: CONTINUA IL TEATRINO IN CONSIGLIO COMUNALE

Continua il teatrino in Consiglio Comunale a Livorno. Protagonista ancora una volta il Capogruppo dell'Italia dei Valori Andrea Romano che, prima si scaglia contro il segretario generale del Comune Antonio Solonia e poi contro l'ex Sindaco di Livorno nonché capogruppo della lista civica "Confronto per Livorno" Gianfranco Lamberti.
Romano ha mandato prima a quel paese, durante il dibattito sulla repubblicizzazione dell'acqua, per 2 volte il segretario comunale e poi ha richiamato Lamberti al rispetto dei dirigenti scatenando subito la reazione del Capogruppo di "Confronto per Livorno".
Ma che bello spettacolo...

lunedì 6 febbraio 2012

VERTICE DOMENICALE PER LA COMPAGNIA PORTUALE

Nella giornata di ieri si sono riuniti a Livorno, per il caso della Compagnia Lavoratori Portuali, il Partito Democratico, il Sindaco e i vertici della stessa Compagnia.
Un vertice per fare il punto sulle condizioni finanziarie nel gruppo Compagnia per il quale è suonato l'allarme rosso.
Enzo Raugei della Compagnia Portuali ha riconosciuto il lavoro di analisi dei conti fatto dal consulente nominato dalle banche.
Tra 15 giorni ci sarà l'assemblea dei lavoratori ai quali verrano richiesti forti sacrifici sia dal punto di vista economico che dal punto di vista dell'efficienza.
Resta il fatto che il piano messo nero su bianco dal rappresentante delle banche Bruschini che non c'è più tempo da perdere e le decisioni devono essere prese in maniera molto veloce.

sabato 4 febbraio 2012

IL PDL: LA COSTA CONCORDIA PORTATELA A LIVORNO

Due consiglieri del PDL alla Provincia di Livorno, Benito Gragnoli e Alessandro Corsinivi, hanno proposto al presidente della Provincia Giorgio Kutufà di chiedere al governo, ai ministri ed alla Protezione Civile di trasportare la nave Costa Concordia al porto di Livorno.

Il porto di Livorno infatti sarebbe il posto più vicino dove poter riparare e finire di esaminare il relitto. Infatti nel nostro porto, in particolare presso il cantiere Azimut si trova il bacino di carenaggio 75 che è lungo 360 metri e potrebbe ospitare con molta tranquillità la Concordia.

ECONOMIA: LA COMPAGNIA PORTUALI SI VENDE A PEZZI

Per quanto riguarda il risamento della Compagnia Portuale di Livorno saranno prese delle decisioni per quanto riguarda la galassia delle società nate intorno alla società che ha sede nel palazzo di via San Giovanni.

I sindacati hanno messo l'altolà all'ipotesi della vendita della quota del 50% che la Compagnia possiede nel Terminal Darsena Toscana. Anche in questo periodo infatti la TDT sfora utili su utili.

Gli altri "pezzi" pregiati che possono essere messi in vendita sono: il 60% delle aree dell'autoporto "Il Faldo" la cui gestione è affidata al gruppo Koelliker; il Reefer Terminal, la LTM e la TCO.

Staremo a vedere...

giovedì 2 febbraio 2012

POLITICA: E MARIO MONTI DISSE:"IL LAVORO FISSO E' MONOTONO"

Non abbiamo l'abitudine di parlare degli argomenti di carattere nazionale ma questo ne vale la pena! Ieri, l'esemio Presidente del Consiglio dei Ministri, il Senatore a Vita nonché professore Mario Monti (ha anche altri titolo ma a lui piace così come disse nel discorso di insediamento alla Camera dei Deputati), ha dichiarato che i giovani nel futuro dovrebbe rinunciare al lavoro fisso (e fin qui potrebbe anche andare bene) e che il lavoro fisso è: "una monotonia".

Beh non siamo molto d'accordo! Ed al Presidente del Consiglio, nonché Senatore a Vita, nonché Professore vogliamo dire: ma perché, quando finirà la sua (speriamo breve) esperienza a Palazzo Chigi, non prende e si dimette da rettore dell'Università Bocconi, visto che il posto fisso è monotono?

Noi giovani non pretendiamo un lavoro fisso (sappiamo bene che il periodo economico è estremamente negativo) ma pretendiamo più intelligenza nel rivolgersi alle persone normali. Sappiamo che il Presidente del Consiglio vive nella sua monotona stanza dei bottoni ma arrivare a dire certe cose è veramente urtante. Ora poi ci si mettono anche (come nelle conferenze stampa di oggi) i sindacati e Confindustria che spalleggiano le parole del premier.


Che Vergogna! Ma dove arriveremo???