#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

giovedì 31 maggio 2012

LIVORNO HA UN NUOVO QUESTORE

MARCELLO CARDONA AI TEMPI IN CUI ERA ARBITRO IN SERIE A
Cambio al vertice della Questura di Livorno. Esce di scena Bruno D'Agostino ed arriva Marcello Cardona.
Cardona viene da Varese dove era già Questore. Ha operato nella squadra mobile di Sondrio, nella Criminalpol di Milano e poi a Roma dove si è occupato di terrorismo internazionale.
Nel 2002 lavora presso l'ufficio delle politiche antidroga della Presidenza del Consiglio ed alla divisione amministrativa del dipartimento della polizia di stato.
E' stato anche arbitro di calcio in serie A (come da foto in questo post).

mercoledì 30 maggio 2012

POLITICA: GIUNTA ALLA FINE L'ERA COSIMI?

Continua il mal di pancia della pseudo-maggioranza che sta governando Livorno. Questa volta non è l'Italia dei Valori a dire la sua ma l'ala più estrema ovvero Sinistra Ecologia e Libertà.
Il segretario provinciale del partito di Vendola, Andrea Ghilarducci, dice che l'esperienza della Giunta Cosimi è arrivata alla fine e chiede al segretario comunale di PD De Filicaia di ricostruire la maggioranza per il futuro.
Un futuro che però non avrà come riferimento Alessandro Cosimi. Elezioni anticipate vicine?...

martedì 29 maggio 2012

POLITICA - COMUNE DI LIVORNO: CONTINUA LA GUERRA TRA PD ED IDV

Continua la guerra tra PD ed IDV all'interno del Comune di Livorno. Questa volta a fare accendere la miccia è la nomina a presidente della Commissione Cultura di Del Lucchese (IDV) invece di Martorano (PD).
Addirittura il capogruppo del PD in Consiglio Comunale, Massimo Gulì, se la prende con il PDL reo di aver appoggiato il candidato del partito di Di Pietro creando così un'inedità alleanza.
Il PDL però si difende dichiarando che la scelta è stata dettata in maniera autonoma tenendo in considerazione la credibilità del candidato.
Il neo-presidente in quota IDV, Del Lucchese, si difende dicendo "di non aver contratto con nessuno".
Che caos, roba da matti...

lunedì 28 maggio 2012

COMUNE DI LIVORNO: ECCO LA STRANA ALLEANZA PDL-IDV-SEL

Si è formata una strana maggioranza all'interno della Commissione Cultura del Comune di Livorno. Infatti, per eleggere il nuovo presidente della commissione (che sostituisce Lamberto Giannini di Sinistra Ecologia e Libertà) si sono uniti il Popolo della Libertà (PDL), l'Italia dei Valori (IDV) e Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) contro un Partito Democratico (PD) che si è trovato di nuovo isolato.
Per la cronaca è stato eletto come presidente Del Lucchese (IDV) ma lo sbacco è stato per il candidato del PD Michele Martorano (figlio di quel Rocco Martorano voltagabbana ed esperto i cambi di partito) che ha ricevuto 4 voti contro i 5 di Del Lucchese.
Continua il caos all'interno della maggioranza.

domenica 27 maggio 2012

PROBLEMI CON IL CALCOLO DELL'IMU?...ECCO LA SOLUZIONE

Nel prossimo mese di giugno entrerà in vigore, purtroppo, la nuova imposta sulla casa: l'IMU!.
Se avete qualche problema per il calcolo e non volete recarvi dal commercialista o ai vari CAF potete cliccare sul link sottostante:

PDL: UN PARTITO DIVISO E LE PERSONE SBAGLIATE

Se nella maggioranza di sinistra che governa Livorno le acque sono agitate, all'interno del Popolo della Libertà è in corso un vero e proprio Tsunami.
Questa volta non voglio parlare del gruppo consiliare presente in consiglio comunale ma quello presente in consiglio provinciale.
Un gruppo completamente diviso dove tutti fanno quello che pare. Ormai regna una vera e propria anarchia a cui, dal mio punto di vista strettamente personale, è impossibile venirne a capo.
Il prossimo 5 giugno ci sarà il consiglio provinciale e prima si svolgerà la riunione del gruppo del PDL e quasi sicuramente ci sarà la resa dei conti. Di fronte, uno contro l'altro, ci saranno il capogruppo Costanza Vaccaro e il consigliere Alessandro Corsinovi con arbitro il coordinatore provinciale Paolo Barabino.
Staremo a vedere come finirà la vicenda. Il fatto è che, sicuramente, un partito di opposizione diviso contro una maggioranza che attualmente non ha nemmeno i numeri in consiglio comunale (cosa mai successa nella nostra città) è punto di debolezza che dovrebbe essere risolto. E' vero anche che se vengono messe le persone sbagliate al posto sbagliato solo perché raccomandati dall'alto le conseguenze si pagano prima o poi, proprio come succede adesso.

venerdì 25 maggio 2012

POLITICA: IL PD VUOLE RIMANERE ATTACCATO ALLA POLTRONA

La crisi c'è nella giunta comunale di Livorno e nessuno lo può negare. La maggioranza si sta reggendo sui fili ed adesso rischia anche di non avere più i numeri, un fatto storico nella nostra città.
La soluzione migliore sarebbe quella di sciogliere il Consiglio Comunale e di andare ad elezioni anticipate. Ma il Partito Democratico non vuole mollare e sta cercando un accordo in extremis con Sinistra Ecologia e Libertà (SEL). Un accordo non per il bene della città ma per il bene loro.
Infatti in questi giorni il segretario comunale del PD Yari De Filicaia sta cercando di ricucire con il partito dei vendoliani che hanno dichiarato che dopo il bilancio staccheranno la spina al "Governo Cosimi".
Staremo a vedere...

POLITICA: ANCORA CAOS NEL COMUNE DI LIVORNO

IL LOGO DEL COMUNE DI LIVORNO
Ancora caos all'interno del Comune di Livorno. A dare le dimissioni questa volta è Gianfranco Lamberti (ex Sindaco ed oggi rappresentante di una lista civica).
Lamberti era vicepresidente della Prima Commissione, presieduta da Marco Cannito (di Città Diversa), e ha dato le dimissioni dal suo incarico. Dimissioni che erano ormai nell'aria da qualche giorni e che ora sono ufficiali.
Una confusione che continua e non solo in Consiglio Comunale

giovedì 24 maggio 2012

CORRIERE DI LIVORNO: CONTINUA LA TELENOVELA

IL LOGO DEL GIORNALE DI LUCARELLI
Si tinge sempre più di giallo la telenovela che vede contrapposti Cristiano Lucarelli ed il Corriere di Livorno (giornale da lui fondato) ed i giornalisti dipendenti che ancora devo percepire gli stipendi dopo il fallimento del giornale.
L'ultimo caso riguarda la concessionaria di pubblicità creata da Lucarelli per raccogliere gli spazi pubblicitari sul quotidiano, la Pubblistadium, e che, ad oggi, risulta essere messa in liquidazione.
L'avvocato di Roma, Angela Innocente, che sta seguendo la pratica contava di poter riscuotere dalla Pubblistadium ed invece si è trovata la bella sorpresa.
L'unica possibilità ora è quella di vendere i mobili che si trovano ancora all'interno della sede di piazza Attias (scrivanie, televisore, computer, sedie, armadi, poltroncine, orologio, condizionatore, fax, lampada ed il sistema informatico che permetteva la creazione del giornale).
Staremo a vedere...

mercoledì 23 maggio 2012

CAOS PSEUDO-MAGGIORANZA: ELEZIONI ANTICIPATE VICINE?

Cresce il caos nella pseudo-maggioranza che governa la città di Livorno. Infatti è notizia recente che anche il consigliere comunale di Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) uscirà dal centro-sinistra (più sinistra che centro) dopo la votazione sul bilancio.
Gli stessi rappresentati livornesi di SEL hanno ipotizzato di andare alle elezioni già nel prossimo anno.
Ma non solo questo caso agita le acque nella pseudo-maggioranza. Infatti ci si mette anche il consigliere comunale del Partito Democratico Vladimiro Del Corona che annuncia, sempre dopo la votazione del bilancio, una sua uscita dal gruppo del partito capeggiato da Bersani per aderire al gruppo misto.
Mamma mia che casino...

ECONOMIA: I LAVORATORI DELLA DE TOMASO DI LIVORNO A TORINO

In questi giorni c'è stata un'assemblea a Guargliasco (TO) sede dello stabilimento principale della De Tomaso e vi hanno partecipato anche una rappresentanza dei lavoratori dello stabilimento livornese.
In tutto in questa assemblea erano circa 300 i lavoratori che hanno anche sollecitato un incontro con il ministero delle Attività Produttive guidato dall'ex amministratore delegato di Banca Intesa Corrado Passera.

lunedì 21 maggio 2012

CAOS IN COMUNE PER IL BILANCIO

Sarà spostata di un mese l'approvazione del bilancio in Consiglio Comunale a Livorno. All'inizio la votazione era prevista per lo scorso 27 aprile, poi la votazione è stata spostata alla fine di questo mese (maggio) ma ora, è notizia di questi giorni, la votazione dovrebbe essere effettuata alla fine del mese di giugno.
Pensate che la bozza è stata ai consiglieri comunali solo in questi giorni e ci vorrà circa un mese perché i singoli consiglieri per completare l'esame del materiale.
Il termine ultimo per l'approvazione è il 30 di giugno e praticamente la votazione arriverà molto a ridosso di questa data.
Staremo a vedere...

sabato 19 maggio 2012

POLITICA: LE TENSIONI CONTINUANO ALL'INTERNO DELLA PSEUDO-MAGGIORANZA

Sinistra e Libertà (SEL) continua la sua battaglia all'interno di questo pseudo-maggioranza. Dico pseudo-maggioranza perché, dal mio punto di vista, questa maggioranza non esiste più.
Ogni giorno sui giornali locali leggiamo di litigi tra il primo partito questa pseudo-maggioranza, il Partito Democratico, ed i loro alleati. Prima l'Italia dei Valori ed adesso tocca a Sinistra e Libertà che, tramite il suo segretario Andrea Ghilarducci, è da giorni che sta andando avanti minacciando di uscire dalla pseudo-maggioranza.
Oggi viene ad affermare che: "...Cosimi (il sindaco di Livornmo) voti il bilancio e poi vada pure a casa...". Ghilarducci è da un pò che sta criticando il sindaco perché non riunisce più la pseudo-maggioranza, nemmeno in previsione di votare il bilancio.
Una situazione politica, quella della nostra città, che prima o poi dovrà sbloccarsi perché non è possibile che il governo della città deve andare avanti in questo modo con battibecchi continui sui giornali locali.
Ora basta!!!

giovedì 17 maggio 2012

ANCHE LA PROVINCIA DI LIVORNO HA DECISO DI AUMENTARE L'ALIQUOTA SULLE POLIZZE AUTO

Alla fine anche la Provincia di Livorno, guidata dall'esponente del PD Giorgio Kutufà, ha deciso di aumentare l'aliquota di competenza degli enti locali sulle polizze RCAuto.
Quindi tutti i cittadini si troveranno un aumento sulle proprie polizze (auto, ciclomotori, motocicli, ecc...) che per la precisione sarà del 3,5% e quindi l'aliquota, che adesso è del 12,5%, arriverà al 16%. Un bell'aumento che peserà sicuramente soprattutto in questo momento di crisi.
Lo scorso anno la Provincia di Livorno, grazie al federalismo fiscale, ha incassata dalle nostre polizze auto 13 milioni di euro. Per quest'anno l'amministrazione provinciale livornese conta di incassare quasi 17 milioni di euro.
Ma una domanda sorge spontanea: ma dove finiranno tutti questi soldi?

mercoledì 16 maggio 2012

POLITICA: IL FALLIMENTO DEL DECENTRAMENTO DEL COMUNE DI LIVORNO

Chi si ricorda di quando il Comune di Livorno, con a capo l'allora Sindaco Gianfranco Lamberti, consumò tutte le sue energie di comunicazione per pubblicizzare il decentramento dei servizi che la sede centrale offriva?
Io francamente me lo ricordo molto bene. Ero un giovane consigliere circoscrizionale, capogruppo di un gruppo consigliare di opposizione, e mi ricordo di quanto assessori, presidenti di circoscrizione e sindaco ci tenevano a pubblicizzare questo decentramento.
Volantini, manifesti pubblicitari e riunioni in circoscrizione era all'ordine del giorno.
Bene ad oggi (16 maggio 2012) tutto questo decentramento pare sia un vero fallimento. Un fiasco sotto tutti gli aspetti.
Alle circoscrizioni era stato offerto, fra tutti i servizi, anche quello di creare un proprio sportello anagrafe dove i cittadini potevano andare a richiedere tutti i certificati possibili ed immaginabili senza dover recarsi presso la sede centrale di piazza del Municipio.
Bene tutto questo pare sia finito. Infatti di sportelli dell'anagrafe due su cinque (Circoscrizione 4 e Circoscrizione 3) sono stati e tutte le risorse che sono state spese per crearli sono state gettate al vento.
Ma che bella figura...

M.

martedì 15 maggio 2012

DI NUOVO TENSIONI NELLA PSEUDO-MAGGIORANZA CHE GUIDA LIVORNO

Il centro-sinistra livornese non vuole proprio mollare le poltrone e questa volta i partiti si litigano su Farmacie ed Inceneritore.
In particolar modo Sinistra e Libertà (SEL) con il suo segretario Andrea Ghilarducci lamentando che: "siamo fuori tempo massimo, la discussione sul bilancio doveva essere il punto da cui partire per ricostruire e rafforzare l'alleanza di centrosinistra, invece la maggioranza non viene riunita da settimane, almeno da quando il sindaco ha deciso di fare fuori l'Italia dei Valori dalla giunta. Con questi presupposti non garantiamo il nostro al bilancio: se non dovesse convicerci sarremmo pronti a dire no e a uscire dalla maggioranza".
Poi il segretario di SEL dice anche di essere contrario sia alla vendite delle Farmacie (il Comune ha deciso di metterle in vendita per recuperare un pò di "money") ed alla costruzione del mega-termovalorizzatore dell'Ato costa.
In poche parole: ma cosa aspettate ad andare ad elezioni anticipate invece di tenervi la poltrona ben saldata visto che non sieta d'accordo su nulla?

2 MILIONI DI EURO PER L'AMMODERNAMENTO DEL QUARTIERE FIORENTINA

UNA VEDUTA DEL QUARTIERE
Sono stati stanziati da parte della Giunta Comunale di Livorno 2 milioni di euro per dare un nuovo volto al quartiere Fiorentina.
L'importo preciso è di 1.987.380 euro divisi in quattro lotti di cui 380mila già finanziati per il primo lotto che prevede la demolozione delle struttre presenti nell'area del mercato ortofrutticolo.
Staremo a vedere...

domenica 13 maggio 2012

2 BOMBE MOLOTOV ALLA SEDE DELL'EQUITALIA


Dopo gennaio continua la serie di assalti alla sede di Equitalia di Livorno. Questa volta, nelle prime ore del mattino, sono state lanciate 2 bombe molotov nella sede provinciale di via Indipendenza.
Le telecamere che sono poste nella zona hanno ripreso otto persone che si muovevano intorno alla sede nel momento in cui sono state lanciate le due molotov.
L'ipotesi per gli investigatori e che esista una mente che ha ideato e lanciato l'ordine.
Ricordiamo che già lo scorso 5 gennaio venne recapitato al direttore della sede livornese una busta con dentro un proiettile ed una lettera di minacce.
Seguiremo, come sempre facciamo, come vanno avanti le indagini.

sabato 12 maggio 2012

RIFIUTI LIVORNESI: POTREBBE ESSERE UN BELL'AFFARE...

Potrebbe essere un bell'affare e soprattutto potrebbe fare gola a molti stranieri il business dei rifiuti livornesi. Un business di circa 800 milioni e di 2.000 addetti.
Praticamente un mega industria sulla quale hanno messo già lo sguardo i leader internazionali del settore. Grandi aziende che hanno costruito anche termovalizzatori a Mosca.
Livorno è interessante perché si porta in dote anche quattro discarische: all'Isola d'Elba, Piombino, Scapigliato e Vallin dell'Aquila.
In più ci sono anche un impianto di compostaggio all'Isola d'Elba, un impianto di revamping a Piombino e strutture per la selezione dei rifiuti sia nella discarica di Scapigliato e che nella discarica di Vallin dell'Aquila.
Un bell'affare che potrebbe portare finalmente investimenti anche dall'estero nella nostra città. Staremo a vedere se questa volta i nostri amministratori saranno capaci di imitare i loro colleghi degli altri paesi europei.

IL CASO DE TOMASO PORTATO IN COMUNE

Il caso De Tomaso è stato portato in Consiglio Comunale. Ne hanno parlato le forze politiche ed i sindacati cittadini.
Ad inizio seduta però tutti consiglieri comunali del Partito Democratico erano assenti. Assenti sono stati anche il Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, Nocchi e Strazzullo.
Ma guardiamo alcune dichiarazioni fatte da assessori e consiglieri dell'opposizione di centrodestra.
L'assessore Darya Majidi dice: "è sbagliato prendrersela con il Comune quando c'è una crisi a livello mondiale...avevamo scommesso su un progetto fatto di competenze sul territorio e di fondi esteri. Ciò che è successo deve farci riflettere per il futuro".
Bruno Tamburini del PDL: "I grandi assenti di oggi sono Cosimi, Nocchi e Strazzullo...l'operazione Rossignolo l'hanno messa in campo loro. L'assessore non può limitarsi a dire che il mondo è cambiato. Per sette anni i lavoratori sono stati presi per il fondelli e la responsabilità morale non ve la toglie nessuno".
In effetti le amministrazioni locali hanno una loro responsabilità visto che sono state loro a mettere in mano alla De Tomaso lo stabilimento dell'ex Delphi di Guasticce senza cercare di prendere in considerazione altre soluzioni.
Il fatto sta alla fine che i 134 lavoratori di Livorno sono ancora a casa e le promesse non sono state mantenute.

venerdì 11 maggio 2012

CAOS NELL'ASL LIVORNESE

IL LOGO DELLA ASL 6
Dopo le dimissioni del direttore amministrativo Luca Cei, ora un'altra tegola cade sull'Azienda Ospedaliera Livornese. 
Infatti risulterebbe indagato l'ex responsabile dell'area tecnica dell'ASL livornese Rinaldo Giambastiani perché avrebbe firmato delle autorizzazioni relative ai lavori svolti all'interno delle strutture ospedaliere.
L'accusato respinge tutto e si dichiara, come dice anche il suo legale Luciano Barsotti, estraneo ai fatti.
Vedremo come andrà avanti la vicenda.

martedì 8 maggio 2012

DE TOMASO: I SINDACATI VORRANNO CHIEDERE LA CASSA INTEGRAZIONE ANCHE PER IL 2013

Continua la telenovela della De Tomaso, l'azienda costruttrice di automobili di stralusso il cui sono di maggioranza è la famiglia Rossignolo.
Ora i sindacati vorranno chiedere il prolungamento della cassa integrazione anche per il 2013, nel frattempo questa mattina davanti alla sede di Torino della Regione Piemonte gli operai della sede piemontese hanno protestato.
Gli operai livornesi sono in cassa integrazione per crisi economica fino a dicembre di quest'anno e i sindacati sono preoccupati per quello che dovrà accadere nel 2013.
Staremo, come a sempre, a vedere come andrà avanti la questione.

sabato 5 maggio 2012

PDL: ECCO COME POTREBBE ESSERE IL GRUPPO UNICO

Si sta facendo sempre più chiara l'operazione che vuole fare il neo-coordinatore provinciale del PDL Paolo Barabino.
L'avvocato cecinese vorrebbe riunire i due gruppi del centro-destra (quello guidato da Amadio e quello guidato da Tamburini) sotto un'unica bandiera.
L'idea del Coordinatore Provinciale sarebbe quella di creare il gruppo con come capogruppo Tamburini e suo vice Amadio.
Il gruppo sarebbe poi composto da otto persone. Ma Amadio, che come sappiamo tutti ha sempre la voglia di comparire ed essere la prima della classe, accetterà questa soluzione?
Numericamente è possibilissima visto che Tamburini dispone di 5 consiglieri dalla sua parte e Amadio di solo 3, ma realmente potrà accadere?
Ci vivrà vedrà... Buon divertimento!

venerdì 4 maggio 2012

DE TOMASO - ROSSIGNOLO: MA CHE BELLA GARA CHE AVETE FATTO?

LA FAMIGLIA ROSSIGNOLO
Proprio una bella gara ha fatto la famiglia Rossignolo con la De Tomaso. Hanno rilevato lo stabilimento della ex Delphi nella zona industriale di Guasticce ed ora hanno deciso di mettere in liquidazione la società.
Infatti in questi giorni c'è stato un incontro in Regione Toscana tra la famiglia Rossignolo e l'assessore Simoncini in cui sono stati predisposti gli atti per il concordato preventivo.
In poche parole la ricapitalizzazione finanziaria della società sarebbe saltata per delle inadempienze economiche dello pseudo-socio cinese.
All'assessore Simoncini la famiglia Rossignolo ha detto che si sarebbe altri soci interessati al progetto in particolare due gruppi asiatici ed un gruppo russo.
Fatto sta che hanno fatto una figura di m...
Staremo a vedere...

martedì 1 maggio 2012

"STEFAN" APRE IL 1 MAGGIO E SCATTA SUBITO LA PROTESTA

Oggi i due negozi di "Stefan" della nostra città, quello che si trova in piazza San Marco e quello che si trova sul viale Carducci, hanno deciso di aprire.
La decisione non è stata presa per niente bene da coloro che stanno occupando abusivamente la Fortezza Nuova in questi giorni.
Infatti hanno organizzato una manifestazione davanti al negozio di piazza San Marco chiedendo anche l'intervento dei vigili urbani visto che il Comune di Livorno aveva messo il giorno del Primo Maggio fra quei giorni in cui era vietato aprire.
Roba da matti...

IL SINDACO DI LIVORNO PER TROVARE I SOLDI VUOLE AUMENTARE L'IMU

E' proprio vero la politica è sempre la politica. La conferma viene dalla nostra città. Il Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi infatti ha dei problemi di bilancio e non riesce a trovare 13 milioni ed invece di tagliare le spese ha deciso, forse, di aumentare la l'imposta sulla casa (IMU) a settembre.
Per l'esattezza sono 13,6 milioni quelli che mancano all'appello e l'amministrazione comunale si vuole giocare quel margine di manovra che permette di aumentare l'IMU.
Peccato che anche l'aziende private, quei piccoli imprenditori che danno lavoro a tante persone, non abbiamo la possibilità di fare le manovre che si possono permettere le amministrazioni locali come quella di Livorno.