#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

sabato 30 giugno 2012

ECONOMIA: ALTRA AZIENDA A RISCHIO CHIUSURA

Altra azienda livornese a rischio chiusura: questa volta si tratta della Agelp che altro non è che l'unica agenzia autorizzata dall'Autorità Portuale di Livorno a cercare manodopera per i picchi di lavoro nel porto di Livorno.
Però la richiesta di turni si è ridotta ed ora per l'Agelp si parla di messa in liquidazione. I lavoratori stanno protestando e, davanti alla sede dell'agenzia che si trova in via Donegani (praticamente davanti al varco Valessini), davanti all'ingresso hanno messo un striscione con scritto "l'Agelp non si chiude".
I lavoratori hanno chiesto di incontrare il presidente dell'Autorità Portuale per chiederli dei chiarimenti. Dalla parte degli stessi lavoratori si sono schierati i sindacati.
Staremo a vedere come andrà a finire la vicenda...

IL PARTITO DEMOCRATICO REGALA LA CITTA' AGLI ANTAGONISTI

La crisi nella pseudo-maggioranza che governa la città (Partito Democratico, Sel, Italia dei Valori) regala molte possibilità di vittoria alle prossime elezioni amministrative alla parte più estrema della sinistra.
Infatti durante la convention locale che ha organizzato il Partito Democratico si è svolta una manifestazione dei gruppi antagonisti presenti in città (mai sucesso in passato). Una manifestazione in cui sono apparsi vari cartelli tra cui uno che ricorda le manifestazioni di New York contro Wall Street dove c'era scritto "Occupy PD" invece di "Occupy Wall Street" .
In aggiunta alla manifestazione anche un sito internet di informazione livornese, QuiLivorno.it, ha lanciato un sondaggio in cui si chiedeva ai cittadini la loro preferenza su chi votare per le prossime elezioni amministrative: la vittoria è andata alla lista civica di Cannito "Città Diversa" ed al Movimento Cinque Stelle. Voti importanti anche per Rifondazione Comunista, mentre sono crollati il Popolo della Libertà ed il Partito Democratico.
Segni che il potere che da oltre 60 anni è al governo a Livorno sta perdendo pezzi importanti e che molte persone si stanno stancando di chi comanda.
Poi però bisogna vedere se alla fine, all'interno della cabina elettorale, seguono l'istinto oppure le direttive di partito.
Staremo a vedere...

POLITICA: CONFERMATA L'ASSE MATTEOLI-AMADIO

Si è confermata ad un cena presso il ristorante "La Barcarola" di Livorno l'asse Matteoli-Amadio all'interno del Popolo della Libertà.
Infatti alla cena i due esponenti delle due correnti dell'ex Alleanza Nazionale erano a cena uno accanto all'altro e confermano il fatto che sono la parte più forte del partito. Alla cena era presente anche il coordinatore provinciale Paolo Barabino.
Un segno importante anche per la supremazia sulla parte ex Forza Italia che sta venendo messa sempre di più in un angolo.

venerdì 29 giugno 2012

COMPAGNIA LAVORATORI PORTUALI: I VERITI ABBANDONANO

Si dimettono i vertici della Compagnia Lavoratori Portuali di Livorno visto che la vendita delle quote del Terminal Darsena Toscana ai genovesi non è bastata per risanare il bilancio.
Adesso ci sarà il via libera al piano del superconsulente Alberto Bruschini che prevede dei supersacrifici come, ad esempio, il taglio del 30% del costo del lavoro per 18 mesi e la cassa integrazione oltre ai contratti di solidarietà che sono già in essere da un pò di tempo.
Entro un mese è previsto anche il voto per individuare la nuova classe dirigente del gruppo.

giovedì 28 giugno 2012

COMUNE: APPROVATO IL BILANCIO

E' forse stata rimandata l'uscita di scena anticipata del sindaco Cosimi? Intanto, nella serata di ieri, è stato approvato il bilancio con 24 voti favorevoli, 10 contrari e 1 astenuto.
Colpo di scena nei voti favorevoli dove ha votato anche Lamberto Giannini (SEL) che nei giorni scorsi aveva fatto la guerra al PD ed al sindaco Alessandro Cosimi e che, quando si è trattato di arrivare al dunque, ha deciso di votare insieme al Partito Democratico ed a Gianfranco Lamberti (della lista civica Confronto per Livorno).
Coerenti invece i consigliere dell'Italia dei Valori, Città Diversa e della Federazione della Sinistra che hanno votato contro. Contro ha votato anche il Popolo della Libertà. L'astenuto è il consigliere di Italia Futura (il movimento di Montezemolo) ed ex membro del PDL Andrea Romiti.

IL CASO DELLE DIMISSIONI DI UN PRIMARIO DELL'OSPEDALE DI LIVORNO DIVENTA UN CASO POLITICO

Sono diventate un caso politico le dimissioni del primario di chirurgia dell'ospedale di Livorno Maurizio Viti. Il Partito Democratico scende direttamente in campo tramite il senatore livornese Marco Filippi che si schiera dalla parte dell'ex primario.
Una battaglia (nella guerra di potere che si sta svolgendo all'interno della politica livornese) in cui viene tirato in ballo dal senatore anche il sindaco di Livorno. Sindaco che viene addirittura chiamato da Filippi la "massima autorità sanitaria cittadina" (come se fosse il presidente degli Stati Uniti) e che viene invitato a creare un dibattito all'interno del Partito Democratico sulle dimissioni che ci sono state all'interno dell'ASL, prima con il direttore amministrativo Luca Cei e poi con il primario Maurizio Viti.
Un segno che sta rendendo il potere di chi comanda a Livorno sempre più fragile e che può aprire possibilità di cambiamenti all'interno della politica labronica bloccata a stagnante da troppo tempo.

martedì 26 giugno 2012

CI SARA' LA FUSIONE TRA LA PROVINCIA DI LIVORNO E QUELLA DI PISA?

C'è un piano al vaglio del ministro della funzione pubblica Griffi che vedrebbe ridurre da 107 a 54 le provincie italiane.
In particolar modo verrebbero cancellate tutte quelle provincie con territorio inferiore ai 3mila chilometri quadrati, con meno di 50 comuni e con meno di 350 mila abitanti.
Tradotto in soldoni si avvicinerebbe la fusione tra la provincia di Livorno e la provincia di Pisa. Un'apertura alla fusione è venuta dal presidente della provincia di Pisa Andrea Pieroni mentre il presidente della provincia di Livorno Giorgio Kutufà rigetta la possibilità.
Staremo a vedere come si evolverà la situazione.

IPPODROMO CAPRILLI: PER IL MOMENTO E' SALVATA LA STAGIONE ESTIVA

L'INGRESSO DELL'IPPODROMO LIVORNESE
Per il momento la stagione estiva delle corse dei cavalli livornese è salva. Infatti è stato trovato accordo tra i lavoratori del Caprilli e la società Alfea (la società che gestisce l'ippodromo pisano di San Rossore).
Infatti quest'estate i dipendenti lavoreranno per l'Alfea ma poi entro fine 2012 lasceranno l'ippodromo per poi essere ricollocati dal Comune di Livorno nel 2013.
Così la stagione estiva potrà partite e troverà il suo inizio il prossimo 2 luglio dove si terrà la prima riunione estiva.

lunedì 25 giugno 2012

PD-COSIMI: SIAMO ALLA RESA DEI CONTI?

Potremmo essere arrivati alla resa dei conti tra il Partito Democratico ed il sindaco di Livorno Alessandro Cosimi? Potrebbe essere finita l'avventura di Cosimi sulla poltrona di primo cittadino della nostra città?
Leggendo i giornali sembrerebbe proprio di sì ed il Partito Democratico sembrerebbe pronto ad abbandonare il suo sindaco ed andare ad elezioni anticipate (una cosa mai vista nella nostra città).
Ma le opposizioni in tutto questo che cosa stanno facendo? Il Popolo della Libertà è nel caos per le sue battaglie interne che portano il nulla e potrebbe crearsi un bel varco per il movimento dei "grillini".
Il Partito Democratico presenterà una conferenza programmatica per il post-Cosimi per tentare di gettare le basi per il futuro (ma non sarebbe male un pò di cambiamento dopo sessant'anni di monocolore???).
Staremo a vedere...L'unica cosa che possiamo vedere adesso è che le cose importanti della nostra città come l'ippodromo, il porto e tutte le municipalizzate che devono essere messe in vendita, sono ferme con le "quattro frecce" per l'impasse che sta subendo la politica livornese.

ATTENTATO IN AFGHANISTAN: FERITO UN CARABINIERI RESIDENTE A LIVORNO

Questa mattina, alle ore 8.50 in Afghanistan (le 6.20 in Italia), è avvenuto un attentato in un campo di addestramento della polizia locale dove erano presenti anche dei nostri carabinieri.
Un carabiniere purtroppo è morto mentre due sono feriti non gravi. Uno dei due feriti è un effettivo della seconda Brigata Mobile di Livorno e si tratta del maresciallo capo Dario Cristinelli 37 anni di Lovere in provincia di Bergamo.

venerdì 22 giugno 2012

AUTOSTRADA TIRRENICA, LA REGIONE TOSCANA: NIENTE PEDAGGIO PER 600MILA PERSONE

il casello di Vada
Finalmente dalla politica arriva una buona notizia per tutti i noi cittadini: la Regione Toscana ha dato il via libera per l'esenzione al pedaggio sull'autostrada Tirrenica per 600mila persone, ovvero i residenti i 3 Provincie (Livorno, Pisa e Grosseto).
Altra buona notizia per la nostra città è il fatto che la Regione Toscana ha inoltrato la richiesta al ministero delle Infrastrutture ad impegnare l'Anas per la realizzazione degli interventi di adeguamento della Variante Aurelia previsti nel tratto Marroccone-Chioma e quindi la realizzazione del celeberrimo lotto zero.
Staremo a vedere come andrà a finire la vicenda.

giovedì 21 giugno 2012

ECONOMIA: VIA LIBERA AL NUOVO PIANO REGOLATORE DEL PORTO DI LIVORNO

la sede dell'autorità portuale di Livorno
Si è svolta in questi giorni, presso la sede dell'Autorità Portuale di Livorno sugli scali Rosciano, una riunione per il via libera del nuovo piano regolatore del Porto di Livorno.
Un piano regolatore che vedrà la sua completa stesura e la definitiva approvazione tra circa un anno.
Il piano regolatore riprogetta l'intero porto. Le novità riguardano in maniera principale la parte dedicata ai traghetti ed alle navi da crociera che non sarà più nella parte più vecchia del porto (quella vicina alla città) ma  si espanderà fino a comprendere la calata Pisa e l'Alto Fondale.
Durante la riunione si è svolta anche la protesta dei lavoratori portuali sempre davanti alla sede dell'Autorità Portuale.

IMU: IL PARTITO DEMOCRATICO SE LA PRENDE CON COSIMI

Che fra il Partito Democratico ed il sindaco di Livorno Alessandro Cosimi non sia tutto rosa e fiori lo sanno tutti in città, adesso il partito di Bersani critica il sindaco anche sull'aliquota dell'Imu insieme ai vendoliani di Sinistra Ecologia e Libertà.
I particolar modo i segretari dei due partiti hanno dichiarato che l'aliquota del 5,8 per mille, la più alta della Toscana, è insostenibile e va rivista (meglio tardi che mai!!!).
Era meglio che non fosse mai stata reintrodotta ma, tutti sanno, che ogni volta che c'è da "mangiare" i nostri amministratori sono pronti a fare tutto il possibile.

mercoledì 20 giugno 2012

ECONOMIA: LA FAMIGLIA ROSSIGNOLO NON SI PRESENTA ALLA TRATTAVIA AL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

la famiglia Rossignolo
Continua il giallo sul futuro della De Tomaso controllata dalla famiglia Rossignolo. Infatti oggi i Rossignolo non si sono presentati all'incontri messo in cantiere dagli assessori della Regione Toscana e della Regione Piemonte presso il ministero dello Sviluppo Economico a Roma.
La famiglia Rossignolo ha infatti considerato la riunione di oggi soltanto mediatica e per questo hanno ritenuto opportuno disertarla. (ma roba da matti!!!)
Ora l'attenzione passa tutta al 4 luglio quando il Tribunale di Livorno sarà chiamato a decidere sul fallimento della De Tomaso e quindi mettere tutto in mano ad un curatore fallimentare.
Staremo a vedere e seguiremo la vicenda come sempre da vicino. L'unica cosa che possiamo dire ai Rossignolo è una sola: vergognatevi!!!

ECONOMIA: A LIVORNO CONTINUA LO SBARCO DEI CINESI

Non si fermano proprio più, nonostante la loro crescita economica sia per la prima volta sotto la doppia cifra percentuale, i cinesi hanno ancora i soldi per fare acquisti, anche in città.
Adesso a Livorno tocca al negozio Prenatal, il famoso marchio per mamme e neonati di via Grande, dopo la storica concessionaria Opel di piazza Damiano Chiesa.
Infatti era da parecchio tempo che il negozio Prenatal era sotto la lente della casa-madre per la chiusura ed oggi sembra arrivato il momento. Il negozio potrebbe essere infatti acquistato da un imprenditore cinese e finirebbe così un altro pezzo storico della Livorno commerciale.
Staremo a vedere...

ECONOMIA: ADESSO CI VOGLIONO FAR PAGARE ANCHE I PARCHEGGI ALL'OSPEDALE O ALLA STAZIONE

Nello scorso anno l'Azienda Trasporti Livornese (ATL) perse la gara d'appalto per la gestione dei parcheggi in città che è stata vinta dalla società pisana Copisa.
Bene ora la Copisa vorrebbe creare dei parcheggi a pagamento nella zona dell'Ospedale (via della Meridiana e viale Alfieri) e nella zona della Stazione Centrale.
Per adesso l'assessore Bettini ha detto di no per i parcheggi alla Stazione Centrale perché c'è il problema dei pendolari mentre ha aperto ai parcheggi a pagamento nella zona dell'Ospedale dicendo che la stessa Asl avrebbe chiesto la creazione dei parcheggi a rotazione.
In un periodo così economicamente faticoso l'idea di creare dei nuovi parcheggi a pagamento mi sembra veramente azzeccata. Si è proprio bello andare all'Ospedale a trovare un parente (magari in fin di vita) e dover pagare il parcheggio, andare alla camera mortuaria e pagare il parcheggio. Tanto uno va all'Ospedale per divertirsi!
Devo dire che la Copisa ha avuto una bella idea! Bravi!!!!
Vergognatevi!!!

lunedì 18 giugno 2012

CONFINDUSTRIA LIVORNO: ELETTO IL NUOVO PRESIDENTE

E' stato eletto in un'assemblea che si è tenuta presso la Camera di Commercio di Livorno il nuovo presidente degli industriali livornesi.
Si tratta di Alberto Ricci, già vicepresidente e titolare di imprese nel comparto costruzioni. Un'assembla che ha visto gravi assenze nelle primissime file. Infatti non è intervenuto nessun rappresentante del Comune di Livorno e della Provincia di Livorno.
Unica presenza di spicco quella dell'assessore ai trasporti della Regione Toscana.

ULTIME ORE DI VITA PER L'IPPODROMO DI LIVORNO?

L'INGRESSO PRINCIPALE DELL'IPPODROMO F. CAPRILLI DI LIVORNO
Queste saranno le ultime ore di vita per l'Ippodromo F. Caprilli di Livorno? A quanto pare proprio si. I lavoratori dell'Ippodromo si sono fatti da parte per non ostacolare le trattative tra il Comune di Livorno e la società Alfea che gestisce l'Ippodromo di San Rossore.
Purtroppo l'ippica in se non attrae più e non crea posti di lavoro. Sarebbe meglio riorganizzare la struttura del Caprilli con nuovi ristoranti e strutture dedicate all'indotto dell'ippica. Ma il tempo non c'è più e le speranze dei lavoratori sembrano legate ad un filo sottile sottile che potrebbe rompersi molto presto.
Seguiremo la vicenda da vicina.

domenica 17 giugno 2012

IMU LIVORNO: LA GIUNTA HA APPROVATO L'ALIQUOTA DEL 5,8 PER MILLE SULLA PRIMA CASA

E' ufficiale l'aliquota scelta dalla Giunta del Comune di Livorno per la prima casa: è quella del 5,8 per mille! Mentre sulle seconde case l'aliquota sarà del 10,6 per mille, praticamente il doppio di quella della prima casa.
Un'altra aliquota è prevista invece per negozi, laboratori, hotel, ristoranti, capannoni ecc...: in questo caso l'Imu sarà del 9,6 per mille.
Anche per i terreni edificabili esiste un aliquota a parte ed è uguale a quella della seconda casa, ovvero del 10,6 per mille.
L'aliquota sulla prima casa, quella del 5,8 per mille, risulta essere l'aliquota più alta della Toscana.

sabato 16 giugno 2012

ORA IL CAPRILLI RISCHIA VERAMENTE DI CHIUDERE

l'ingresso dell'ippodromo di Livorno
Lo avevamo detto in un post recente: l'ippodromo di Livorno (storico ippodromo italiano) potrebbe chiudere i battenti definitivamente.
Ed ora il rischio è veramente grosso visto che anche la gara per l'assegnazione della gestione della struttura è andata a vuoto e quindi adesso il Caprilli potrebbe chiudere per sempre.
Ora l'amministrazione potrebbe essere costretta a trattare direttamente con l'Alfea (la società che gestisce l'ippodromo di San Rossore). Il problema però sarà che l'Alfea potrà dettare le sue condizioni ed il comune dovrà purtroppo accettare per non rischiare di mandare a casa i dipendenti.
Dipendenti che, nel caso di salvezza, potrebbero non rimanere tutti visto che ora sono in 20 e ne rimarrebbero solo 7 o 8.
Seguiremo come sempre la vicende passo dopo passo.

venerdì 15 giugno 2012

ECONOMIA: FUSIONE TRA DUE COLOSSI NEL COMPARTO DELLA LOGISTICA PORTUALE

E' stato siglato un accordo di aggregazione, in altre parole è stata fatto una fusione, tra la livornesi Neri e la Mar-Ter di Monfalcone, due colossi per quanto riguarda il comparto della logistica portuale per prodotti cartacei.
Addirittura la Mar-ter di Monfalcone è quotata in borsa tramite la controllante Mid Industry Capital.
Pensate che, se la fusione fosse stata fatta nel 2011, il gruppo Neri/Mar-Ter avrebbe prodotto un fatturato di 58 milioni di euro.

giovedì 14 giugno 2012

ITALIA DEI VALORI: ORA ROMANO SI VUOLE DIMETTERE

La politica livornese non smette propria mai di stupire. Ora si parla di dimissioni per il rappresentante dell'Italia dei Valori Andrea Romano.
Infatti dopo l'ennesimo confronto del rappresentante del partito di Di Pietro questa volta con Gianfranco Lamberti ha deciso di sentire il proprio partito e poi dare le dimissioni.
Insomma l'ennesima rottura all'interno della sinistra che prima stava unita perché c'era da lottare contro Berlusconi ed adesso che Berlusconi si è allontano dalla politica anche i partiti della sinistra si allontano tra loro.
Siamo proprio finiti a raschiare il barile...

mercoledì 13 giugno 2012

PORTO DI LIVORNO: MA CHE BELLA FIGURA...

Bisogna proprio ringraziare i nostri amministratori locali ed amministratori del porto di Livorno per la bella figura che la nostra città ha fatto nei confronti di un colosso delle crociere come la Carnival.
Infatti in questi giorni nel nostro porto doveva attraccare un bel colosso di nave, la Carnival Breeze che ospita 3.690 passeggeri oltre 1.500 membri dell'equipaggio e lunga 350 metri.
Bene il gruppo ha deciso di non fare attraccare la nave perché non c'è la presenza di una banchina adatta. Pensate che abbiamo perso 5.000 potenziali visitatori e qualche migliaia di euro in piccolo acquisti.
Non si possono fare le nozze con i fichi secchi. Oggi, e ci saranno nel futuro, al mondo ci sono grosse navi da crociera che navigano e bisogna saper adattare i porti per ospitarle. All'estero lo hanno già fatto o lo stanno facendo, a Livorno invece stiamo dormendo.
Cari amministratori muoveti il prima possibile per poter far si che questi episodi non si ripetano più in futuro perché abbiamo fatto un bella figura di...

martedì 12 giugno 2012

L'IPPODROMO RISCHIA DI CHIUDERE SERIAMENTE

l'ingresso dell'ippodromo di Livorno
Potrebbe arrivare la chiusura definitiva dell'ippodromo di Livorno. Se entro il 28 giugno non inizieranno le corse, l'Agenzia per lo sviluppo del settore ippico (ovvero la vecchia Unire), potrebbe togliere la concessione al nostro ippodromo.
Intanto sono in corso delle trattative del Comune con la società che gestisce l'ippodromo pisano di San Rossore, l'Alfea.
I due interlocutori però devono fare presto altrimenti le corse a Livorno saranno un vero e proprio miraggio.

CLICCATE QUI PER VEDERE QUANDO UNO SCEICCO ARABO VENNE E SCOMMISE 3.000 EURO SU UN CAVALLO

DE TOMASO: PRESENTATA L'ISTANZA DI FALLIMENTO

Alla fine l'istanza di fallimento contro la De Tomaso e quindi contro Rossignolo è stata presentata. Ed è stata presentata presso il tribunale fallimentare di Livorno da un creditore. Qui la De Tomaso non ha ancora fatto domando di ammissione per il concordato.
Il tribunale di Livorno ha la competenza territoriale perché l'azienda della famiglia Rossignolo ha la sua sede legale nella nostra città.
Quindi si fa sempre più vicino il rischio di fallimento ed il sogno i mille lavoratori, avere un lavoro stabile in una fabbrica che produce auto di superlusso (come doveva fare la De Tomaso negli stabilimenti di Livorno e Torino), svanirà molto velocemente.

lunedì 11 giugno 2012

PDL: LA CORRENTE DI ALLEANZA NAZIONALE VUOLE FARE FUORI QUELLA DI FORZA ITALIA

Praticamente la corrente di Alleanza Nazionale presente all'interno del Popolo della Libertà vuole fare fuori la corrente di Forza Italia, si potrebbre riassumere così la crisi che sta attraversando il PDL livornese.
L'ultima uscita del coordinatore provinciale Barabino è l'apice di questa crisi e dice che: "A Livorno non c'è posto per gli scissionisti...". In altre parole si potrebbe riassumere così: o si lavora per l'unità oppure si va fuori.
Ora è un caso che il coordinatore provinciale all'ultimo congresso che lo ha eletto sia stato appoggiato da Altero Matteoli e da Marcello Amadio, due personaggi che quando erano all'interno di An non facevano altro che farsi la guerra 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni l'anno?
Infatti ora è chiara la situazione: da una parte c'è la corrente di Alleanza Nazionale capeggiata dalla coppia Matteoli (che ha benendetto il coordinatore provinciale anche ultimamente)/ Amadio e dall'altra c'è la corrente di Forza Italia capeggiata dalla coppia Taradash-Zingoni.
Ma avrà fatto bene l'unione dei due partiti in un unico partito? Mah...

DE TOMASO: IL 20 GIUGNO INCONTRO PRESSO IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

gli operai davanti allo stabilimento De Tomaso a Livorno
Mercoledì 20 giugno alle ore 16 ci sarà un incontro tra gli assessori al lavoro della Regione Toscana e della Regione Piemonte ed il ministero dello sviluppo economico presso la sede dello stesso ministero a Roma.
Così alla fine il ministro Corrado Passera ha accettato la proposta che i due assessori delle due regioni hanno richiesto.
Adesso vedremo che fine farà la vertenza che sta andando avanti da troppo tempo perché i lavoratori meritano chiarezza il prima possibile per potersi permette di crearsi una certezza lavorativa ed economia.

venerdì 8 giugno 2012

ECONOMIA: IL PORTO DI LIVORNO PUNTA SULLA BULGARIA

Si è svolto in questi giorni un incontro tra i vertici dell'Autorità Portuale di Livorno ed il Sindaco di Burgas, secondo porto della Bulgaria, Nikolov.
La città di Burgas conta 200mila abitanti e si trova sulla costa occidentale del Mar Nero. Burgas è un importante centro industriale e turistico.
L'Autorità Portuale vuole puntare così sul corridoio mediterraneo-balcanico che collegherà le città delle nazioni balcaniche con Barcellona e Valencia.
Il Sindaco di Burgas ha addirittura dichiarato di proporre all'Unione Europea la nostra città come sede del segretariato del corridoio mediterraneo-balcanico.

giovedì 7 giugno 2012

CRISI MAGGIORANZA LIVORNO: ANCHE SEL ESCE

Dopo l'Italia dei Valori, anche Sinistra Ecologia e Libertà esce allo scoperto e abbandona la pseudo-maggioranza che governa la nostra città.
Dopo un caos che è avvenuto in Consiglio Comunale per l'elezione del vice-presidente, carica alla quale di era candidato Lamberto Giannini (capogruppo di SEL), lo stesso Giannini ha deciso di abbandonare tutti e passare all'opposizione.
Ora il Partito Democratico rimane da solo e può contare dell'appoggio del solo Gianfranco Lamberti.
Le elezioni anticipate sono sempre più vicine? Staremo a vedere...

AUTOSTRADA TIRRENICA: LIVORNESI ESANTATI DAL PEDAGGIO?

E' una news di questi giorni e sembra che tra breve sarà siglato un accordo tra la SAT (la società che gestisce il tratto di autostrada tra Livorno e Civitavecchia) e la Regione Toscana dove sarà previsto che gli abitanti di Livorno ed anche quelli di Collesalvetti saranno esentati dal pagamento del pedaggio dal casello di Vada per una distanza di 45 chilometri.
Non ci sarà nulla da fare invece per le compensazioni di carattere strutturale sul territorio con la creazione di opere stradali di compesanzione come l'abbattimento del cavalcavia della stazione e l'allargamento della carreggiata stradale della variante aurelia nel tratto Livorno/Salviano-Livorno/Stagno.
Comunque, come dice un vecchio proverbio livornese "le parole le porta via il vento le biciclette i livornesi", per quanto riguarda l'esenzione del pedaggio per noi cittadini livornesi bisogna vedere quando tutto è nero su bianco.

mercoledì 6 giugno 2012

POLITICA: LAMBERTI RITORNA A "CASA"

GIANFRANCO LAMBERTI
Torna a bomba Gianfranco Lamberti, ex sindaco del PDS e maggiore rappresentante della listra "Confronto per Livorno". Lamberti ha infatti deciso di fare da stampella alla pseudo-maggioranza che appoggia la giunta guidata da Alessandro Cosimi.
Un ritorno al passato per un personaggio che è colui che per 15 anni ha guidato la giunta dell'allora partito che portava la sigla del PDS.
Lamberti dice che non vuole nulla in cambio ma nella politica niente per niente non viene mai fatto. La verità è che l'appoggia di Lamberti allunga l'agonia di una maggioranza che sembra arriva al traguardo.

martedì 5 giugno 2012

LOTTO ZERO-AUTOSTRADA TIRRENICA: ANCORA UNA BEFFA PER LIVORNO

IL CASELLO DEL'AUTOSTRADA
Ancora una beffe per quanto riguarda la nuova autostrada che verrà costruita da Rosignano a Civitavecchia e Livorno.
Infatti, ai tempi in cui era ministro dei trasporti Altero Matteoli, con la creazione della nuova autostrada era prevista anche la creazione del famoso "lotto zero", ovvero quella parte di strada che dovrebbe unire la località del Marroccone a Livorno con la località di Chioma a Rosignano Marittimo.
Bene questo tratto di strada non verrà fatto e così dopo che i cittadini livornesi sono stati esclusi dall'esonero del pedaggio (ricordo che Cecina e Rosignano hanno ottenuto l'esonero del pedaggio), dopo che SAT (la società che gestisce il tratto di autostrada) ha deciso che non ci saranno opera di compensazione per la nostra città, ora viene fuori che non verrà neanche fatto il "lotto zero".
Le opere di compensazione erano, ad esempio, la messa in sicurezza della tangenziale o variante aurelia che collega Marroccone con Stagno nel tratto da Salviano a Stagno (ovvero l'allargamento della carreggiata) e l'abbattimento del cavalcavia della stazione con la conseguente creazione del sottopasso.
Di tutto questo non verra creato niente e per Livorno ci saranno solo da affrontare costi.
Che bello: noi cittadini ci abbiamo guadagnato tanto! Bisogna fare i complimenti ai nostri amministratori incapaci, a questo punto, a trattare con chi di dovere (Stato, Regione e Sat).

ECONOMIA: CHIUDONO A LIVORNO I GRANDI MAGAZZINI ORSINI

Altra attività chiude a Livorno. Dopo la "moria" di negozi "made in Leghorn" nel centro cittadino, adesso tocca ad un grande magazzino che vende elettronica, mobili ed arredo casa: i Grandi Magazzini Orsini.
Un mega-negozio di oltre duemila metri che impiegava 8 persone che si trova presso il Centro Commerciale delle Fate nella periferia sud di Livorno.
E' dal 26 maggio che è in corso la svendita straordinaria che terminerà a settembre. La società ha deciso di chiudere i battenti e tornare a Fornacette (dove ha sede dal lontano 1982) in provincia di Pisa.
Gli 8 dipendenti saranno licenziati.

lunedì 4 giugno 2012

ANCHE "VERTENZA LIVORNO" CHIEDE LE ELEZIONI ANTICIPATE

Ora c'è un'altra associazione di sinistra, che si chiama "Vertenza Livorno", a volere le dimissioni del Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi e quindi le elezioni anticipate.
"Vertenza Livorno" è una rete di cittadini tra i quali c'è anche Gabriele Volpi, esponente dei Verdi.
In poche parole il Sindaco Cosimi non ha più l'appoggio di gran parte dei cittadini ma continua a rimanere sulla sua comoda poltrona.

domenica 3 giugno 2012

IL 2 GIUGNO A LIVORNO

UN MOMENTO DELLA PARATA

Anche nella nostra città si è svolta la manifestazione per le celebrazione della Festa della Repubblica. Il corteo in città ha fatto il giro centro per poi fermarsi il piazza dell'unità d'Italia davanti alla Questura.

POLITICA: LA FEDERAZIONE DELLA SINISTRA VUOLE LE ELEZIONI ANTICIPATE

In questi giorni è intervenuta anche la Federazione della Sinistra in merito al clima politica che si vive in città. Durante al presentazione delle iniziative che la Federazione della Sinistra intende fare in questo periodo i rappresentati della coalizione, che riunisce i partiti comunisti, sono tornati a dichiarare che vogliono le elezioni anticipate.
Hanno anche affermato che la città ha bisogno di reagire.
Non sarebbe male una reazione (come affermano loro) ma solo con un cambio di governo visto che è da sessanta anni ci sono sempre le solite persone e reagire sarà veramente difficile.
D'altronde l'alternanza è il bello della democrazia...

sabato 2 giugno 2012

PDL: MATTEOLI VUOLE DIRE LA "SUA"

In questi giorni l'ex ministro Altero Matteoli, attualmente senatore, ha fatto tappa a Livorno per dire la "sua" sulla "faida" che sta logorando il Popolo della Libertà a Livorno.
Matteoli è intervenuto ad un convegno che ha avuto luogo allo stabilimento balneare dei Pancaldi. L'ex ministro ha dichiarato che, se il partito chiederà di candidarsi a sindaco, lui ci portrà fare un pensierino.
Poi l'ex ministro ha anche approvato il lavoro che sta svolgendo il presidente dell'Autorità Portuale di Livorno Giuliano Gallanti promuovendolo a pieni voti.