#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

venerdì 31 agosto 2012

ECONOMIA: DA LUNEDI' PARTIRANNO I NUOVI TICKET SANITARI

In questo agosto le notizie economiche per tutti i cittadini sono state veramente brutte. Ora ci sarà un'altra tegola economia che cadrà sul bilancio delle famiglie livornesi.
Da lunedì infatti scatteranno dei nuovi ticket sanitari. Ci sarà da pagare fino a 4 euro a farmaco e fino a 30 euro per le visite specialistiche. Il criterio del redditto varrà anche per i malati cronici. Saranno esenti solo le persone che guadagnano meno di 70.000 euro l'anno.
Quindi dalla settimana prossima saranno più cari i medicinali comprati in farmaci (eccetto gli esenti) e rincareranno le visite in ambulatorio ed altre operazioni.
Insomma delle belle novità per far finire bene ai cittadini l'estate.

giovedì 30 agosto 2012

CAPOLUOGO NUOVA PROVINCIA: ORA PARLA IL SINDACO DI PISA

Ora tocca al Sindaco di Pisa Filippeschi dire la sua sul capoluogo della nuova provincia dicendo che Pisa sarebbe giusta come nuovo capoluogo e che sia il Governo che il Parlamento nel decreto legge hanno fatto degli errori e che questi errori devono essere corretti.
Dicendo così appoggia anche la scelta del governatore della Regione Toscana Enrico Rossi che vuole come nuovi capoluogi le città storiche della toscana come Pisa, Siena e Firenze.
Ma come fa una città più piccola a comandare una città più grande? E' proprio vero che il caldo da alla testa.
La strada è molto lunga, staremo a vedere.

martedì 28 agosto 2012

IL SINDACO DI LIVORNO AL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA: "LIVORNO CAPOLUOGO NON SI DISCUTE!!!"

Stamani si è svolto a Firenze l'incontro tra il Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi ed il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.
Il Sindaco Cosimi ha voluto affermare al Presidente della Regione Toscana che su Livorno capoluogo della nuova provincia l'amministrazione comunale non farà un passo indietro.
Alla fine dell'incontro ha Cosimi ha dichiarato: "Se c'è un lavorio per superare la legge uscita dal Parlamento sulle città capoluogo delle nuove province noi faremo di tutto per impedirlo".
La guerra è appena iniziata e sarà molto lunga!

lunedì 27 agosto 2012

GUERRA NEL PD: IL SINDACO DI LIVORNO COSIMI APRE IL FUOCO CONTRO IL PRESIDENTE DELLA REGIONE ROSSI

La guerra sui capoluoghi di provincia è ufficialmente iniziate all'interno del Partito Democratico toscano.
Questa volta tocca al Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi che dice al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi: "...sei da medioevo..." e dichiara che: "...la città è pronta ad una battaglia durissima".
Il 28 agosto (domani praticamente) ci sarà un faccia a faccia tra Cosimi e Rossi a palazzo Sacrati Strozzi.
Cosimi dice anche che: "...i Medici guardarono avanti, privilegiarono il cambiamento facendo nascere Livorno. Livorno è il porto del Mediterraneo; Livorno è la città più popolata e più grande; Livorno è il cambiamento vero, verso una visione amministrativa più efficente e moderna".
In altra parole: la guerra all'interno del PD toscano è in pieno corso.
Come finirà? E chi lo sa!

domenica 26 agosto 2012

IL PISANO ROSSI ADESSO SI RIFUGIA NEL SILENZIO

Dopo aver fatto la sua dichiarazione in pieno stile partigiano, ora il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi si rifugia nel silenzio.
Il presidente Rossi ora passa la palla al consiglio delle autonomie locali. Ma prima di passare nel silenzio completo Rossi ha dichiarato che è sempre stato favorevole alla completa abolizione delle province (allora perché non le abolisce tutte in Toscana?).
Vedremo come andrà avanti la questione nella speranza che il "pisano" Rossi la smetta di peccare di partigianeria.

sabato 25 agosto 2012

CARO BENZINA: A LIVORNO SUPERATI I 2 EURO AL LITRO

IL PREZZO DELLA SUPER OLTRE 2 EURO
Il prezzo della benzina nella nostra città ha sorpassato la soglia dei 2 euro, come dimostra la foto scattata al distributore della TotalErg davanti all'ingresso dei cimiteri della Misericordia ad Ardenza.
Ma dove arriveremo di questo passo? La benzina è diventato un lusso!!!

PER LE PROVINCIE E' SCONTRO APERTO NEL PD TOSCANO

Le dichiarazioni del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi sul capoluogo di provincia hanno scatenato le reazioni soprattutto quelle del Partito Democratico di Livorno.
In particolar modo la direzione territoriale del PD di Livorno ha subito dichiarato il dissenso nei confronti della posizione espressa da Rossi.
Il PD livornese ha anche dichiarato che "...il tema capoluogo è estremamente delicato e non può prestarsi ad una guerra di campanili che sembra voler travalicare limiti normativi oggi esistenti...".
Ma scusate una domanda: ma non era meglio abolire tutte le provincie?

venerdì 24 agosto 2012

IL PISANO ROSSI TIFA PER PISA CAPOLUOGO

Un Presidente di Regione in teoria dovrebbe essere neutrale ed invece no! Infatti il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, pisano doc (è nato a Bientina in provincia di Pisa), tifa perché nella nuova provincia non sia Livorno capoluogo ma la sua città Pisa.
La dichiarazione è stata fatta durante la festa del Partito Democratico a Siena. Il Presidente della Regione così stravolge il decreto legge fatto dal governo.

giovedì 23 agosto 2012

IL CAOS NEL PDL LIVORNESE NON E' FINITO!!!

Il caos nel PDL livornese non finisce più. Dopo che la parte di Alleanza Nazionale ha conquistato il potere all'interno del partito ed aver messo nell'angolo la parte di Forza Italia, ora c'è anche il rischio che in Consiglio Comunale non ci siano più due gruppi (e nemmeno il gruppo unico) ma addirittura tre gruppi.
Infatti si potrebbero formare i seguenti gruppi:

  • Amadio, Bottino e Russo;
  • Tamburini, Ciacchini ed il rientro di Carlo Ghiozzi dalla Lega Nord;
  • Taradash, Giubbilei e Palmerini.
In altre parole un vero e proprio casino.

mercoledì 22 agosto 2012

CARI AMMINISTRATORI LOCALI: FATE UN GIRO NEL NORD ITALIA!!!

In questi giorni, per motivi personali, mi è capitato di compiere un lungo viaggio nel famoso nord-est italiano. In particolar modo mi è capitato di viaggiare tra Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia-Giulia ed in modo specifico ho visitato città come Udine e come Trieste.
Bene in queste Regioni ed in queste Città stanno facendo un'opera di rifacimento delle infrastrutture stradali veramente imponente: autostrada che da tre corsie vengono trasformate a quattro corsie; raccordi autostradali nuovi di zecca per agevolare l'ingresso e l'uscita dalle grandi strade di comunicazione nelle città; strade statali a solo due corsie di marcia (una per senso) che vengono raddoppiate per rendere più fluido lo scorrimento dei mezzi. In altre poche parole tutto un altro mondo.
Per questo cari amminstratori locali della nostra zona e della nostra città perché non andate a fare un bel giretto nel nord Italia invece di spendere milioni per viaggi a Dubai o in Svezia?
E' mica possibile che nel 2012 nella nostra zona ci sono ancora strade del terzo mondo? Vi faccio qualche esempio: il tratto di Aurelia che separa Livorno da Pisa che da anni è rimasto così com'è stato costruito e che nessuno ha mai provato o proposto un ampiamento della carreggiata stradale; il tratto di variante Aurelia da Livorno-Marroccone fino a Livorno-Chioma che non è ancora stato completato perché i nostri cari amministratori non riescono mai a trovare i finanziamenti; il tratto di variante Aurelia dall'uscita Livorno Sud fino a Livorno Zona Industriale (direzione ingresso autostrada A12) dove manca la corsia di emergenza e che i nostri cari amministratori hanno sempre rimandato la realizzazione.
E mica possibile che nella nostra zona gli amministratori locali siano meno intelligenti da quelli presenti nel nord Italia.
Per favore cari amministratori pensateci bene e cercate di migliorare il territorio perchè non esiste soltanto il sociale!

M.

martedì 14 agosto 2012

RIFORME DELLE PROVINCE: INIZIA LA GUERRA IN TOSCANA

Inizia la guerra per la riforma delle province in Toscana. Dalla Regione Toscana è stata creata una commissioni composta da 16 persone con il compito di elaborare delle proposte per il varo delle nuove province toscane.
Secondo le ipotesi del governo la composizione delle province toscane dovrebbero essere in questo modo: l'area metropolitano di Firenze; una provincia unica tra Massa-Carrara, Lucca, Pistoia e Prato con capoluogo Prato; una provincia tra Livorno e Pisa con capoluogo Livorno; una provincia tra Arezzo, Siena e Grosseto con capoluogo Arezzo. La Regione Toscana invece vorrebbe modificare la proposta in questo modo: una provincia che comprenda sia l'area metropolitana di Firenze e le province di Prato e Pistoia; una provincia costiera che comprenda la provincia di Massa-Carrara, Lucca, Pisa e Livorno; una provincia della Toscana del sud che comprenda le province di Siena, Grosseto e Arezzo.
In poche parole sta regnando il caos e non si capisce ancora bene come andrà a finire.
Mah.....

lunedì 13 agosto 2012

IL COMUNE POTREBBE TAGLIARE DEI SERVIZI

Il Comune di Livorno potrebbe tagliare i servizi come la scuola ed il sociale. E' l'allarme che ha lanciato il Sindaco di Livorno Alessandro Cosimi.
Il Sindaco dice anche che il l'amministrazione comunale livornese riceverà, per i tagli della spending review, 5,3 milioni di euro in meno e per questo motivo saranno messi in atto alcuni tagli.
Una domanda: ma il Sindaco di Livorno non fa parte del Partito Democratico, lo stesso partito che appoggia il governo Monti? Allora perché brontola sui tagli che sta facendo?

giovedì 9 agosto 2012

SECONDA RATA IMU: LIVORNO POTREBBE RIMANARE LA PIU' CARA DELLA TOSCANA

Non è ancora finita l'estate che subito i nostri cari amministratori locali ci rovinano quel poco che rimane della calda stagione parlando subito di quello che sarà la prossima aliquota Imu, la famigerata seconda rata.
Ecco che arrivano le prime indiscrezioni: infatti la giunta comunale guidata dal Sindaco Alessandro Cosimi (Partito Democratico) è intenzionata a confermare quanto già approvato in un rapporto allegato al bilancio di previsione 2012.
Ovvero che le aliquote dovranno rimanere quelle di ora:
  • l'Imu sulla prima casa 5,8 per mille;
  • l'Imu sulla seconda casa 10,6 per mille;
  • l'Imu sui terreni edificali 10,6 per mille;
  • l'Imu su negozi, hotel, ristoranti, capannoni, laboratori ecc... 9,6 per mille.
Il Sindaco di Livorno dichiara che cercherà di scendere ad un'aliquota del 5,6 per mille sulla prima casa (ma che gentile!!!) mentre dovrebbero rimanere invariate le altre aliquote.
Che Vergogna!!! (con la v maiuscola!!!)

sabato 4 agosto 2012

SEL VUOLE ESPELLERE L'ASSESSORE BETTINI DAL PARTITO

Dopo le esternazioni dell'assessore Bettini ora il partito a cui appartiene, Sinistra Ecologia e Libertà (SEL), ha decisione di iniziare un procedimento per l'espulsione.
Lo ha dichiarato il segretario provinciale di SEL Andrea Ghilarducci che ha anche affermato di voler dialogare con il Partito Democratico per il dopo-Cosimi.
Una cosa è sicuramente certa: la coalizione che governa Livorno è legata ad un filo.

ADDIO AL "LOTTO ZERO"

Anche questa volta il "lotto zero" non sa da fare. Sembra quasi di vedere il famoso romanzo di Manzoni "I Promessi Sposi" dove il matrimonio tra Renzo e Lucia veniva respinto con la frase "questo matrimonio non sa da fare ne oggi ne mai". La stessa frase si potrebbe usare per il famoso "lotto zero", ovvero quel tragitto di strada che collega Livorno in località Marroccone con Livorno in località Chioma, ovvero quel pezzo di strada che manca per completare la mini-tangenziale che costeggia la nostra città.
Il governo ha infatti deciso di non finanziare l'opera ma di concedere 55 milioni alla città di Livorno per le altre opere di compensazione per la viabilità.
Ma dove finiranno questi soldi? Saranno spesi bene? Staremo a vedere....

venerdì 3 agosto 2012

ECONOMIA: RAGGIUNTO L'ACCORDO SULLA CASSA INTEGRAZIONE PER I LAVORATORI DELLA DE TOMASO

E' stato raggiunto l'accordo per la cassa integrazione staordinaria per gli operai della De Tomaso. Un provvedimento per interesserà 1.040 lavoratori degli stabilimenti di Livorno e di Torino.
L'accordo è stato raggiunto al ministero del lavoro.
Ecco le parole di due sindacalisti, Vittorio De Martino della Fiom di Torino e Luigi Risi della Fismic.
Vittorio De Martino: "Il problema delicato è che l'Inps deve rendere possibile il pagamento subito, senza aspettare la firma del decreto."
Luigi Risi: "Con la cassa straordinaria si chiude un capitolo della vicenda De Tomaso. Si tratta di un primo passo. La Fismic ha sempre messo sull'avviso tutte le parti in merito alla credibilità dei Rossignolo. Ora ci troviamo a fronteggiare una crisi drammatica. Comunque la cassa straordinaria servirà ad attutire le conseguenze di questa crisi. Un secondo capitolo si aprirà a settembre quando ci confronteremo sulla vicenda al ministero dello Sviluppo Economico".