#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

lunedì 30 novembre 2015

E' CAOS A LIVORNO...

LA SEDE DEL COMUNE DI LIVORNO
E' caos a Livorno. Infatti è da 48 ore che gli impiegati dell'Aamps (l'azienda che raccoglie i rifiuti a Livorno) sono in assemblea permanente e Livorno si è svegliata con i bidoni stracolmi di rifiuti.
Questa mattina è previsto il Consiglio Comunale dove verrà discussa la situazione dell'Aamps. Il Sindaco di Livorno, il 5 Stelle Filippo Nogarin, aveva annunciato più volte la ricapitalizzazione dell'aziende ma poi all'ultimo momento ha cambiato idea dando ragione all'assessore al bilancio Gianni Lemmetti che si è sempre opposto a versare i soldi nelle casse della municipalizzata.
La situazione è grave e speriamo che venga risolta il primo possibile.

SEGUITECI ANCHE SU TWITTER @LivornoTimes

venerdì 27 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: SIT-COM BELLI LESSI, SALVATA L'AAMPS...

Livorno a 5 Stelle: come già annunciato alla trasmissione OTTO E MEZZO (cliccate qui per vedere il video della puntata) hanno salvato l'AAMPS... cor c...ONCOrdato che l'hanno sarvata!!!:

LA STORIA ECONOMICA DI LIVORNO, PARTE 1: IL CANTIERE NAVALE

IL CANTIERE NAVALE F.LLI ORLANDO
Oggi iniziamo una nuova rubrica nel nostro blog dove si racconta la storia economia di Livorno. Non si poteva non partire dal Cantiere Navale F.lli Orlando.
Il Cantiere Navale F.lli Orlando è stato uno storico cantiere di Livorno. Fondato nell'Ottocento è stato acquistato, dopo una grossa crisi finanziaria, dalla società che costruisce yacht Azimut-Benetti.
Il Cantiere sorse in una area che in precedenza aveva ospitato il lazzaretto San Rocco. Nel 1866 la concessione del Cantiere fu affidata alla famiglia Orlando che in poco tempo lo trasformò in un cantiere moderno al passo con le altre nazioni europee. 
Vennero costruite importanti corrazzate militari che portarono il Cantiere ai livelli internazionali. Da ricordare, tra le prime navi costruite dal Cantiere, la corrazzata Lepanto (gemella dell'Italia) costruita e poi varata nel 1883. Dopo il varo arrivarono anche importanti commesse dall'Argentina e dal Portogallo.
L'importanza del Cantiere crebbe ulteriormente quando venne costruito lo scalo Morosini che consentì di far fronte a commesse molto più impegnative.
Nel 1886 gli operai assunti arrivarono a 1.140. Nel 1904 la denominazione del Cantiere divenne ufficialmente quella di "Cantiere Navale F.lli Orlando & C." e nel 1925 divenne quella di "Società Anonima Cantieri Navali Orlando".
Nel 1929, dopo una fusione con importanti aziende italiane, la denominazione cambiò in "Odero-Terni-Orlando" con sede principale a Genova (sede della Odero).
Nel 1933 il Cantiere entrò a fare parte dell'IRI. Durante questo periodo vennero realizzati l'incrociatore Gorizia, il Pola, la classe di cacciatorpedinieri Poeti, la capoclasse di cacciatorpedinieri Soldati, Camicia Nera.
Nel 1937 venne addirittura realizzato l'esploratore veloce Taskent per la Marina Sovietica.
Nella seconda guerra mondiale i bombardamenti provocarono ingenti danni alla struttura. Nel dopoguerra l'IRI si oppose alla riapertura ed alla ricostruzione del Cantiere ma, per volere dei cittadini e dei lavoratori, vennero trovati i finanziamenti e l'attività riprese sotto la gestione dell'Ansaldo e la denominazione cambiò nuovamente in "Ansaldo S.p.A. - Stabilimento Luigi Orlando".
Nel 1963, a causa della progressiva dismissione delle attività dell'Ansaldo, venne costituita la "Cantieri Navale Luigi Orlando S.p.A.". Venne finanziato e realizzato il vecchio progetto di una grande bacino di carenaggio. Il bacino permise la riparazione di grandi navi fino a 300.000 TPL.
Nel 1984, a seguito di un'altra crisi, i soci del Cantiere decisero di fare confluire lo stabilimento nella Fincantieri. La denominazione cambia nuovamente in "Fincantieri Cantieri Navali Italiani S.p.A. - Stabilimento di Livorno". La politica di gestione che la Fincantieri intraprese era quella di dividre il lavoro in 4 settori: mercantile, militare, riparazione e motoristica. A Livorno decise di costruire i traghetti veloci ma, purtroppo, lo stabilimento non era attrezzato adeguatamente. Nel 1995 Fincantieri decise la chiusura dello stabilimento di Livorno.
A seguito di questa decisione i lavoratori rilevarono la proprietà, acquistando lo stabilimento e nacque la "Società Cooperativa a Responsabilità Limitata" con l'appoggio dei sindacati e degli enti pubblici locali e nazionali.
Dal 1996 al 2002 l'attività fu quella di costruire motonavi cisterna per il trasporto dei prodotti chimici e petroliferi e la costruzione di traghetti. Tutto però non servì a nulla visto che la "Società Cooperativa" terminò nel 2002.
Nel 2003 subentrò l'attuale proprietà, quella di Azimut-Benetti. Il Cantiere attualmente produce megayacht. La superficie su cui si estende la struttura è di 260.000 metri quadrati. Il primo varo è stato il superlussuoso yacht Galaxy della lunghezza di 56 metri.

mercoledì 25 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: SIT-COM BELLI LESSI...

Livorno a 5 Stelle: la difficile situazione della nostra azienda dei rifiuti AAMPS vista dalla Sit-Com BELLI LESSI prodotta dalla casa cinematografica NO-OPPOSIZIONE.
Le più fantasiose soluzioni per risolvere la situazione si concretizzano in un taglio colossale al sociale... o ma i rimborsi agli assessori non li tocca nessuno!! Giusto per dare un segnale:

martedì 24 novembre 2015

IL TAR CONTRO IL COMUNE DI LIVORNO

LA SEDE DEL COMUNE DI LIVORNO
Il Tar regionale della Toscana respinge la richiesta di sospensione che il Comune di Livorno aveva avanzato lo scorso mese di ottobre in merito alla gara dell'Ato Costa (Autorità servizio rifiuti Toscana Costa).
Il ricorso presentato dalla giunta 5 Stelle aveva come l'obiettivo di annullare la gara per la scelta del socio privato di Reti Ambiente, la società destinata alla gestione del servizio rifiuti nel territorio delle province di Livorno, Pisa, Lucca e Massa Carrara.

SEGUITECI ANCHE SU TWITTER @LivornoTimes

sabato 21 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: IPPODROMO DI LIVORNO DI NUOVO A RISCHIO...

LIVORNO A 5 STELLE: l'amministrazione in forte difficoltà con l'ippodromo, che rischia di rimané senza gestore nel 2016. Sempre nel 2016 le cantine un voglian fà le gare remiere.. boia gli fate andà di traverso panettone e cappuccino:

venerdì 20 novembre 2015

ECONOMIA E STORIA IN MOSTRA ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO


Sarà una bellissima mostra quella che si terrà alla Camera di Commercio di Livorno fino al prossimo 1 dicembre.
Sarà una mostra dal titolo "TRA LE BOMBE E IL BOOM"  e riguarderà fotografie e documenti inediti di imprese distrutte e ricostruire tra il 1943 ed il 1953.
Ci sarà un'ampia sezione dedicata ai danni riportati anche al porto di Livorno.
L'ingresso è gratuito con orario 9.00-13.00 dal lunedì al venerdì mentre il martedì ed il giovedì anche nel pomeriggio dalla 15.00 alle 17.00.

CLICCATE QUI PER AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

Seguiti anche su Twitter @LivornoTimes

APPROVATO IL BILANCIO DELL'AAMPS


Alla fine l'assemblea dei soci dell'Aamps ha approvato il bilancio 2014 della municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti a Livorno.
Beh che dire? A fine 2015 approvare il bilancio del 2014 quando il termine ultimo era giugno 2015 non è male!
Per la cronaca il bilancio è stato approvato con una perdita di più di 11.000.000 di euro (11.701.022). Ora resta il fatto che l'azienda deve essere ricapitalizzata di più di 10.000.000 di euro entro giugno 2016.
Vedremo...

SEGUITE SU TWITTER @LivornoTimes

giovedì 19 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: UN PARCHEGGIO A 5 STELLE...

Livorno a 5 Stelle, ecco il video schiocche della macchina der Sindaco parcheggiata ner posto dei motorini alla stazione centrale di Livorno:

ISCRITTI PD DI LIVORNO IN CADUTA LIBERA

L'ARTICOLO DE "LA NAZIONE"
Il Partito Democratico di Livorno ha perso molto della sua base. Ad affermare il calo degli iscritti è il responsabile dell'organizzazione della federazione nonché capogruppo in consiglio provinciale Federico Mirabelli.
Mirabelli sulla stampa locale dichiara che il Partito Democratico ha perso 1968 iscritti. In particolare gli iscritti nel 2014 risultano essere 2928 mentre nel 2015 solo 960.
Sicuramente questo è un sintomo di quello che si è respirato in città alle ultime elezioni dove ha vinto il Movimento 5 Stelle.

martedì 17 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: CANNITO ESCE DAGLI AMIGLIONS...

Cannito come ospite d'eccezione felice di non far più parte degli Amiglion, che sono i testimonial di un prodotto innovativo per i politici labronici!! Ecco la vignetta del nostro Rima:

lunedì 16 novembre 2015

ANCHE LIVORNO SCENDE IN PIAZZA CONTRO IL TERRORISMO


Anche Livorno scende in piazza per dire no al terrorismo ed esprimere solidarietà ai francesi. Le istituzioni infatti, con mille persone, si sono ritrovate in piazza del Municipio nel pomeriggio di domenica 15 novembre per manifestare.
Tutte le cariche si sono unite, dal Sindaco di Livorno del Movimento 5 Stelle Filippo Nogarin al Sindaco di Collesalvetti del Partito Democratico Lorenzo Bacci, ed hanno parlato esprimendo la loro vicinanza alle famiglie delle vittime di Parigi.
Anche noi ne approfittiamo per esprimere la vicinanza a tutti coloro che hanno perso la vita nella bruttissima nottata parigina.

sabato 14 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: PIAZZA IMPUNITA...

Sembra rientrata la crisi dei consiglieri di maggioranza dissidenti, ma ecco svelato un retroscena, il Sindaco alle prese con gli Amiglion (sull'onda dei fantastici Minions) dell'opposizione costruttiva!! Per adesso di consiglieri che fanno opposizione ce n'é solo uno!!! La vignetta di Rima:

venerdì 13 novembre 2015

NUOVO PARCHEGGIO IN PIAZZA UNITA' D'ITALIA?

QUELLO CHE DOVREBBE ESSERE L'INGRESSO SOTTO IL PALAZZO
DELLA PREFETTURA
Potrebbe essere realizzato un nuovo parcheggio sotterraneo a Livorno. Dove? In piazza Unità d'Italia nel mezzo dei palazzi governativi come la Prefettura e l'Inps.
Il progetto, che riporta la firma dello studio livornese  "Ingegneria delle Strutture", era stato presentato anche alla passata giunta Cosimi del Partito Democratico che guidava la città.
Il costo del progetto dovrebbe oscillare tra i 10 ed i 14 milioni di euro e dovrebbe contenere 570 posti auto disposti su due piani. Di questi 570 posti solo 76 sarebbero ad uso privato.
Sparirebbero così i posti auto a pagamento che oggi sono gestiti dalla società "Tirrenica Mobilità" e verrebbe creata una vasta area pedonale con panchine e sculture di vario tipo.
Ma a questo punto bisognerebbe evitare un progetto fallimentare come quello dell'Odeon.
L'Amministrazione Comunale pentastellata livornese che dice? L'Assessore Aurigi dice che "...il progetto è bello e lo stiamo valutando".

RIENTRATA LA CRISI DI GIUNTA A LIVORNO?


Il Sindaco di Livorno Filippo Nogarin conferma la fiducia all'Assessore all'Ambiente ed alla Mobilità Giovanni Gordiani.
Così sembra essere finita, almeno per ora, questa breve crisi a 5 Stelle. Vedremo quanto durerà e se i chiarimenti tra il primo cittadino ed il suo assessore sono stati definitivi.
C'è un però. Nel comunicato che il Comune di Livorno ha emesso in merito all'incontro si legge: "...sia necessario proseguire il chiarimento oggi avviato a successivi momenti di confronto...". Mmmmmmhhhhh, gatta ci cova!

giovedì 12 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: TG NEWS...

Ecco il TG News della nuova rete Telegranbuato: ritrovato negli abissi vicino Capraia il pattugliatore della SS affondato dagli inglesi durante la seconda guerra mondiale... ma altri segreti si celano negli abissi del mare insieme al pesce Raspa, Nogovosa e il Polporullo:

mercoledì 11 novembre 2015

CRISI A 5 STELLE: ASSESSORE ALL'AMBIENTE ED ALLA MOBILITA' MINACCIA LE DIMISSIONI

LA PRIMA PAGINA DE "IL TIRRENO" DI OGGI
CHE ANNUNCIA LA MINACCIA DELLE DIMISSIONI
Crisi nella giunta 5 Stelle di Livorno. L'Assessore all'Ambiente ed alla Mobilità Giovanni Gordiani minaccia del dimissioni.
L'Assessore vuole avere dei chiarimenti dal Sindaco Filippo Nogarin in merito agli obiettivi ed all'attuazione del programma.
Vedremo quando e come andranno a finire questi chiarimenti.

martedì 10 novembre 2015

ACCANTO AL "NOSTRO" RIMA

AUTORITRATTO DI RIMA
Come non si può stare accanto al "nostro" Rima? Beh il nostro schieramento avviene, chiaramente, in maniera automatica ma anche in nome e per contro del libero pensiero e della libera opinione.
Come dice anche l'articolo 21 della nostra costituzione: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione." Per questo motivo siamo accanto al "nostro" Rima.
E' vero che spesso le sue vignette sono molto pungenti e toccano temi molto delicati ma anche questo fa parte del gioco e tutti devono accettare anche le critiche più dure (questa è le democrazia!!!).
Per cui che dire? Via la satira e viva la libertà di pensiero e di parola!!!

LE VIGNETTE DI RIMA: MOTOMONDIALE...

Questa non è una vignetta prettamente politica ma quando ci vuole, ci vuole. Domenica 8 novembre 2015, si è giocato l'ultimo atto del Moto Mondiale, Valentino ha fatto una super rimonta ed è arrivato 4°. Mentre Marquez dietro a Lorenzo (ma solo dietro a lui) va lentino... appunto!!:

venerdì 6 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: L'OCCUPAZIONE A LIVORNO...

Tuona l'assessorINA contro i dipendenti comunali: alla trasmissione Quinta Colonna, alcuni senzatetto di Livorno hanno detto che dall'ufficio casa sono stati indirizzato verso il Sindacato Casa ASIA. E' partita un'indagine interna sull'accaduto, mentre arrivano nuovi sfrattati ad accamparsi in Comune, consigliati dal Sindacato ASIA. Ecco la vignetta del "nostro" Rima:

giovedì 5 novembre 2015

A CHE SERVE IL NUOVO POLO TECNOLOGICO?

L'INGRESSO DEL VECCHIO POLO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO
DELL'AREA LIVORNESE
In questi giorni è tornata di moda la proposta di un nuovo polo tecnologico a Livorno. Come idea non sembra male viso la presenza di aziende ad alta tecnologia presenti sul territorio livornese come la Kayser, la Wass oppure la Drass.
Ma, visto la fine che ha fatto il vecchio polo scientifico e tecnologico dell'area livornese e giusto riprovare l'esperienza?
Il polo dovrebbe sorgere sui terreni che ospitavano lo stabilimento della TRW (che prima deve essere bonificato) e quindi, almeno nelle promesse della giunta 5 Stelle, dovrebbero essere riassorbiti i vecchi dipendenti.
L'intento è buonissimo ma il progetto, visto il passato, potrebbe essere fallimentare. Quindi che fare? Andare avanti oppure no?. Sicuramente l'unico consiglio è calcolare bene i rischi per non andare ad impelagarsi in un altro progetto fallimentare come quello del "Picchianti".

mercoledì 4 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: OTTIMISMO A 5 STELLE...

Livorno, viva l'ottimismo a 5 Stelle: è stato annunciato l'aver salvato AAMPS in TV ed ecco che il bilancio stenta!! Spinelli chiede lo stadio nuovo perché l'attuale cade a pezzi ed il Sindaco non lo riceve!! Fai vaini con lo stadio di Livorno si farà gioà a Pisa o meglio nel deposito di paperone!! Testimonial della vignetta il presidente del Livorno Spinelli:

LIVORNO NUOVAMENTE PROTAGONISTA A "QUINTA COLONNA"

UN MOMENTO DELLA TRASMISSIONE
La nostra città ancora protagonista nella trasmissione di Rete 4 "Quinta Colonna" condotta da Paolo Del Debbio.
Questa volta il collegamento è stato effettuato dal palazzo occupato "Maurogordato" sugli Scali D'Azeglio (ex sede dell'Enel). Un palazzo che da quando la società elettrica ha deciso di abbandonare è diventato vuoto. L'edificio è di proprietà del fondo immobiliare "Uno Energia" della società PensPlan Invest Sgr a sua volta controllato per il 65% dalla Centrum PensPlan Spa di proprietà della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige.
I cittadini che erano in collegamento avevano invitato anche il Sindaco Filippo Nogarin che però non si è presentato.
Alla fine il conduttore Paolo Del Debbio ha invitato in trasmissione Filippo Nogarin o qualche membro della sua giunta. Secondo voi ci andranno?

martedì 3 novembre 2015

BILANCIO AAMPS: SLITTA ANCORA L'APPROVAZIONE

LA SEDE DEL COMUNE DI LIVORNO
Lunedì 2 novembre nella sede del Comune di Livorno si è svolta l'assemblea dei soci dell'Aamps, l'azione partecipata che si occupa del servizio di raccolta rifiuti a Livorno.
Nell'Ordine del Giorno c'è, naturalmente, l'approvazione del bilancio 2014. Ma indovinate cos'è successo? L'approvazione del bilancio è slittata nuovamente.
In concomitanza con lo slittamento dell'approvazione del bilancio si è svolta una manifestazione di protesta dei dipendenti dell'Aamps che vogliono chiarimenti sulla situazione aziendale.

LE VIGNETTE DI RIMA DEL MESE DI OTTOBRE

Ecco alcune delle vignette di Rima Pubblicate nel mese di ottobre, per vedere tutte POTETE CLICCARE QUI



lunedì 2 novembre 2015

LE VIGNETTE DI RIMA: RIMBORSI A 5 STELLE...

Finalmente si parla dei rimborsi degli assessori. Ricordo che per la vignetta su questo argomento venni querelato dall'attuale giunta. Insomma ho dovuto aspettare che entrasse Marco Valiani in Consiglio per vedere l'opposizione vera (non quella che si astiene o esce dall'aula durante le votazioni). Nella vignetta i 4 assessori nella versione Amiglion sull'onda dei favolosi Minions:

ANCHE I "5 STELLE" CHIEDONO I RIMBORSI

L'ARTICOLO DE "IL TIRRENO"
Anche gli Assessore del Movimento 5 Stelle non resistono a chiedere i rimborsi. Un esempio lo abbiamo nella nostra Livorno.
Come riporta il quotidiano "Il Tirreno" ben 4 Assessore sono arrivati a chiedere i rimborsi per un totale di, più o meno, 30.000 euro.
Ladies and Gentlemen in cima alla classifica, quindi vince la medaglia d'oro, c'è l'Assessore al bilancio ed alle società partecipate Gianni Lemmetti con 12.937,55 euro di rimborsi chiesti. La medaglia d'argento la conquista l'Assessore all'ambiente ed alla mobilità Giovanni Gordiani con 9.459,83 euro. La medaglia di bronzo va all'Assessore del turismo e dello sport Nicola Perullo che ha richiesto rimborsi per 7.256,22 euro. Fuori dal podio troviamo Alessandro Aurigi, Assessore all'urbanistica, che ha chiesto il rimborso per "solo" 994,28 euro.
Ma vi sembra giusto? Come sempre a voi la risposta.