venerdì 11 ottobre 2019

AUTORITA' PORTUALE: OLTRE 2 MILIONI DI EURO PER INVESTIMENTI DAL MINISTERO DEI TRASPORTI

LA SEDE DELL'AUTORITA' PORTUALE LIVORNESE
Sono oltre 2 milioni di Euro, per l'esattezza 2,2 milioni, i soldi erogati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a favore dell'Autorità di Sistema Portuale dell'Alto Tirreno.
Le risorse verranno erogate tramite la Cassa Depositi e Prestiti e fanno parte del "Fondo per la progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, nonché per la project review delle infrastrutture già finanziati" come dice l'art. 202 del dlgs n. 50 del 2016.
L'Autorità Portuale livornese deve presentare la documentazione necessaria entro il 7 novembre.

venerdì 4 ottobre 2019

SI PARLA DI UNO SPOSTAMENTO DEL MERCATINO AMERICANO DI NUOVO IN PIAZZA XX SETTEMBRE

UNA VEDUTA DELL'ATTUALE MERCATINO AMERICANO
Sta circolando la voce che potrebbe essere anche suggestiva per chi ha conosciuto la posizione originale del Mercatino Americano.
Infatti nel mese di novembre scade la concessione delle attuali baracchine che sono presenti a ridosso della Stazione Marittima e si sta parlando di un possibile spostamento nella sua cornice originale, quella di piazza XX Settembre.
Potrebbe essere più che un'ipotesi visto che anche il Sindaco di Livorno Luca Salvetti, su "Il Tirreno", ha affermato: "Bisogna ragionare nuovamente sulla ricollocazione di quei banchi. Un ritorno in piazza XX, dove sono stati per decenni, potrebbe rilanciare sia quella zona che il Mercatino stesso".
La soluzione sarebbe perfetta visto, come dice anche il Sindaco, che potrebbe essere un momento per approfittarne per riqualificare una parte del centro che è un pò decaduta.
Speriamo bene, noi siamo assolutamente favorevole.

lunedì 30 settembre 2019

LE BARACCHINE DEL VIALE ITALIA DOVRANNO ESSERE ABBATTUTE


Le ormai famose baracchine del viale Italia dovranno essere demolite. Lo afferma l'assessore al commercio e al turismo Rocco Garufo che, dopo un sopralluogo, è arrivato alla decisione.
Ecco quello che ha detto l'assessore: "In queste baracchine ci sono problemi strutturali incancreniti da anni, ormai intervenire con la manutenzione ordinaria non serve più. Da una parte sarebbe uno spreco di soldi, dall'altra la questione della sicurezza non verrebbe risolta in modo definitivo".
Le baracchine del viale Italia vennero costruite nel lontano 2004 con lo scopo di replicare quelle che erano presenti sul lungomare di Barcellona. Ora, dopo 15 anni, sono già da abbattere. Una domanda ce la dobbiamo porre no?



venerdì 27 settembre 2019

IL NUOVO PARTITO DI RENZI SBARCA ANCHE A LIVORNO


Il nuovo partito fondato da Matteo Renzi mette le radici anche nella nostra città. Infatti venerdì 4 ottobre alle ore 17.30 ci sarà un incontro, presso la sala dell'ex Circoscrizione 2 sugli scali Finocchietti, dove verrà presentata "Italia Viva".

venerdì 20 settembre 2019

CHIUDE ANCHE LO STORICO BAR "DOLLY" DI PIAZZA GRANDE

LO STORICO BAR "DOLLY"
Chiude anche lo storico bar "Dolly" di piazza Grande. La decisione è stata presa dal proprietario Luigi Basile che già l'aveva annunciata a marzo di quest'anno.
Stanco dei troppi furti, pensate ne ha subiti ben 20, Basile non ha trovato altre vie è ha deciso di tirare giù la saracinesca per sempre.
Anche Fratelli d'Italia è intervenuta in merito alla questione con il capogruppo in Consiglio Comunale Andrea Romiti che ha affermato: "Tutto ciò è anche la conseguenza dello stato di abbandono e degrado in cui versa piazza Grande. Qui spadroneggiano indisturbati i ladri nelle ore notturne, gli spacciatori ad ogni ora e i borseggiatori che prendono di mira i turisti che scendono dalle navi da crociera. Avviene nonostante i continui appelli a Comune, Prefetto e Forze dell'Ordine affinché facciano di più per arginare questa situazione". Romiti chiede anche che "le telecamere di sorveglianza installate a maggio in piazza Grande ed in piazza del Municipio siano operative. Pare infatti che per motivi e ritardi burocratici, non funzionino ancora".

giovedì 19 settembre 2019

AL MONACO YACHT SHOW CI SARA' ANCHE BENETTI CON 3 NUOVE IMBARCAZIONI

L'INGRESSO DEL CANTIERE BENETTI A LIVORNO
Dal 25 al 28 settembre si terrà il Monaco Yacht Show nel a Montecarlo e sarà presente un'azienda che ha la sua sede anche a Livorno, la Benetti.
L'azienda sarà presente con 3 nuove imbarcazioni: la Metis, la Big Five e la Eurus. La Metis è un'imbarcazione lunga 63 metri che si sviluppa su 5 ponti, ha un pescaggio di 3,1 metri ed una stazza lorda di 1.245 tonnellate; la Big Five è lunga 35,5 metri e ha uno scafo in vetroresina e una sovrastruttura in fibra di carbonio; la Eurus è lunga 29 metri, si sviluppa su 4 ponti e prevedere 5 cabine per 10 persone.

mercoledì 18 settembre 2019

DARSENA EUROPA: FORSE CI SIAMO

UNA VEDUTA DEL PORTO LIVORNO
Darsena Europa forse ci siamo? E' quello che si legge sulla stampa specializzata e quello che dice anche il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale Stefano Corsini.
La più importante opera infrastrutturale del porto di Livorno degli ultimi anni è infatti stata inserita nella programmazione nazionale delle infrastrutture. Addirittura il presidente dell'Autorità Portuale Corsini ha dato una data di scadenza affermando che: "Entro il 2019 la Darsena Europa sarà operativa". Un bellissimo impegno, speriamo che sia realmente realizzabile.
Attendiamo fiduciosi...

venerdì 30 agosto 2019

"SICUREZZA PARTECIPATA": LA CONFERENZA STAMPA DI FRATELLI D'ITALIA


Mercoledì 28 agosto alle ore 15.00, nella sala post-consiliare del Comune di Livorno, si è tenuta la conferenza stampa di Fratelli d'Italia sulla "sicurezza partecipata ed i comitati di vigilanza".
Alla conferenza stampa erano presenti il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Francesco Torselli e la coordinatrice dei comitati di vigilanza pisana Alessandra Orlanza.

Ecco il video della conferenza stampa postato sulla pagina Facebook di Andrea Romiti:


AUTORITA' PORTUALE: FINITO IL COMMISSARIAMENTO

LA SEDE DELL'AUTORITA' PORTUALE
Da martedì 27 agosto è finito il commissariamento dell'Autorità Portuale di Livorno e Stefano Corsini è potuto tornare a fare il presidente.
Si è concluso così il periodo di commissariamento iniziato ufficialmente l'8 marzo 2019 dopo che lo stesso Stefano Corsini era stato sospeso dal proprio ruolo per via dell'inchiesta della Procura di Livorno sulle autorizzazioni all'utilizzo degli accosti e dei piazzali in radice alla Darsena Toscana.

mercoledì 28 agosto 2019

INTERVENTO DI ANDREA ROMITI SUGLI INCENTIVI FISCALI ALLE AZIENDE


Intervento del Capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio Comunale Andrea Romiti sugli incentivi fiscali alle aziende per creare posti di lavoro.

Ecco il video dell'intervento pubblicato sulla pagina Facebook di Andrea Romiti:


giovedì 22 agosto 2019

ESSELUNGA: IL CANTIERE STA ANDANDO AVANTI


E' da lunedì 20 maggio che, l'area dell'ex succursale Fiat di Livorno, è stata mesa in sicurezza e sono partiti i lavori per la demolizione dell'edificio.
Il superstore livornese sarà ultimato entro la fine del 2020 ed avrà un'innovativa concezione architettonica, con una grande facciata a vetri che renderà la struttura leggera e trasparente.




lunedì 5 agosto 2019

SI TORNA A PARLARE DELLA TRAMVIA

LA VECCHIA TRAMVIA LIVORNESE
Nel Consiglio Comunale che si è tenuto lo scorso venerdì 2 agosto sono state esposte le linee guida del mandato 2019-2024 dell'amminisrazione comunale guidata a Luca Salvetti.
Tra i vari contenuti e le varie idee è stata esposto il recupero della Stazione di San Marco e la conseguente costruzione di una tramvia di superficie (in poche parole una metropolitana di superficie) che colleghi i luoghi principali della nostra città con il porto ed arrivi fino all'aeroporto di Pisa.
Sicuramente un progetto ambizioso e che certamente può diventare importante per la nostra amata Livorno.
Vediamo come finirà anche perché il tutto partirebbe solo se il piano di mobilità sostenibile entrerà nel vivo a settembre.
Quindi riprenderemo l'argomento dopo le vacanze.

mercoledì 31 luglio 2019

ALLA LIDL DI VIALE IPPOLITO NIEVO LAVORI CON IL MARTELLO PNEUMATICO DOPO LE 23.00


E' veramento scandaloso che al discount Lidl del viale Ippolito Nievo venga permesso di fare dei lavori di riparazione, almeno così pensiamo, dopo le 23.00 con un martello pneumatico in modo tale da disturbare le case vicine.

L'articolo 21 del Regolamento della Polizia Municipale di Livorno recita così: 

- COMMA 1: Il Comune concorre a tutelare e ad assicurare la quiete e la tranquillità delle persone quale presupposti della qualità della vita su tutto il territorio comunale;
- COMMA 2: fatto salvo quanto previsto dal codice penale, e fermo restando le disposizioni contenute nelle leggi statali e regionali nonché nei regolamenti comunali, nei luoghi pubblici, aperti al pubblico e destinati ad uso pubblico, è fatto divieto a chiunque di disturbare con il proprio comportamento o attraverso la propria attività o mestiere la quiete pubblica e la tranquillità delle persone;
- COMMA 3: Nelle private dimore, gli apparecchi radiofonici e televisivi, nonché gli apparecchi di qualsiasi specie per la riproduzione della musica devono essere utilizzati secondo le prescrizioni contenute nel regolamento delle attività rumorose.

L'articolo 11 del Regolamento del Comune di Livorno dal titolo "Cantieri edili, stradali e assimilabili con attività potenzialmente rumorose" al COMMA 1 afferma quanto segue:

"I cantieri edili, stradali o assimilabili, relativamente all'attivazione di macchine rumorose ed all'esecuzione, in genere, di lavoro rumorosi debbano rispettare il seguente orario: tra le 8.00 e le ore 19.00 con intervallo delle attività rumorose dalle ore 13.00 alle ore 15.00".

A questo punto uno potrebbe domandare, e se fosse un intervento d'urgenza, non servirebbe la richiesta e potrebbero procedere con i lavori. Si è giusto ma, come dice il regolamento del Comune di Livorno, all'articolo 12: "per intervento di urgenza si intende un intervento da attuare in tempi brevissimi e quindi non compatibile con quelli ordinari per lo svolgimento delle usuali procedure, da effettuarsi a tutela della pubblica e privata incolumità o a salvaguardia dell'ambiente, del territorio, dei beni mobili o immobili".

A questo punto allora servono dei chiarimenti: se i lavori erano urgenti perché altrimenti crollava la struttura allora ci scusiamo di quanto pensato e detto ma se invece non lo erano e potevano essere fatti nell'orario consentito dal Comune di Livorno, le scuse e dovete fare voi.

➤ ECCO IL VIDEO CHE ABBIAMO GIRATO:


martedì 30 luglio 2019

NOMINA NUOVO DIRETTORE GENERALE DEL COMUNE DI LIVORNO: ANCHE ALESSANDRO SALLUSTI DICE LA SUA


Anche il direttore de "Il Giornale" Alessandro Sallusti ha voluto dire la sua sulla nomina del nuovo Direttore Generale del Comune di Livorno in un video postato dal il capogruppo di Fratelli d'Italia in Consiglio Comunale Andrea Romiti su Facebook.
L'occasione è stata la presentazione alla "Versiliana" del libro della giornalista livornese e inviata della testata milanese Chiara Giannini.

➤ ECCO IL VIDEO:


lunedì 29 luglio 2019

IL PD CANCELLA IL PROGETTO DI RESTAURO DI VIA GRANDE DEL M5S

Al momento via Grande rimarrà così. Infatti la giunta Salvetti a guida Partito Democratico ferma il progetto di ristrutturazione di via Grande partito sotto la guida del Movimento 5 Stelle.
Sulla stampa il botta e risposta tra l'assessore odierno e quello che lo ha preceduto:

➤ L'ANNUNCIO SU "IL TIRRENO" DEL 28 LUGLIO:


➤ LA RISPOSTA SU "IL TIRRENO" DEL 29 LUGLIO 2019:


mercoledì 24 luglio 2019

BIORAFFINERIA ENI: LE PAROLE DELL'ASSESSORE REGIONALE FRATONI


In una intervista esclusiva a Telegranducato l'Assessore Regionale all'ambiente Federica Fratoni ha spiegato la posizione della Regione Toscana sulla bioraffineria Eni: "Vogliamo inserirci nella filiera dell'economia circolare, non facciamo voli pindarici. Anche il traguardo dell'80% di raccolta differenziata è perfettamente raggiungibile, perché procediamo ormai ad un ritmo del 2-3% di incremento annuo. Eni ha deciso di decarbonizzare il proprio processo produttivo e quindi ha stimato di investire in Italia due miliardi per le nuove tecnologie. Ecco, la Toscana ha deciso di vincolare quell'impianto per risolvere i problemi di tutta la regione. Eni ha già firmato un accordo per riqualificare ambientalmente l'impianto e la bioraffineria è una vera conversione del sito con una tecnologia che viene garantita ad emissione zero. Una lavorazione del rifiuto indifferenziato, composta da plastiche e frazione secca che sarà oggetto di un processo non di combustione ma di disgregazione molecolare che origina alla fine il biometanolo".
In merito al Termovalorizzatore del Picchianti ha affermato: "...il Sindaco avrà buon gioco nell'immaginare un superamento di quell'impianto in funzione dell'avvento della nuova tecnologia".

IL DEGRADO DEI GIARDINI DELLA STAZIONE CENTRALE DI LIVORNO

UN'IMMAGINE DEI GIARDINI DELLA STAZIONE CENTRALE DI LIVORNO
In questo caso le parole non servono a molto a parlano bene le immagini, o meglio il video che abbiamo girato questa mattina nei giardini della Stazione Centrale di Livorno.
Un degrado a vista d'occhio dove persone, purtroppo, dormono nei giardini che si trovano proprio davanti all'ingresso dell'edificio principale.

Ecco il video che abbiamo girato:


martedì 23 luglio 2019

LA FASE CONCLUSIVA DEI LAVORI DI PORTA A MARE

LE RESIDENZE
Il gruppo IGD ha pubblicato su YouTube un video dove vengono illustrati gli ultimi progetti del comparto di Porta a Mare.
Vengono illustrate le nuove residenze, l'albergo a 4 stelle che verrà costruito nell'area ex Lips, il Sea Pavillon con l'aditorium, il convention ed education center e le Officine Storiche con i suoi ristoranti, negozi e la palestra.

IL CONVENTION ED EDUCATION CENTER
➤ ECCO IL VIDEO:



lunedì 22 luglio 2019

LIVORNO VISTA DA I "NON LIVORNESI"

UNA VEDUTA DI LIVORNO
Interessante articolo sulla nostra Livorno pubblicato da Rolling Stone, storico periodico musicale, e firmato da Ray Banhoff.
Nell'articolo, a differenza di quelli citati ogni volta dove viene incensata la nostra città, si critica molto Livorno e calza come un abito sartoriale il detto "meglio disoccupato all'Ardenza che ingegnere a Milano".
Nell'articolo viene affermato che Livorno è chiusa, che i livornesi pensano solo al proprio orticello e che i turisti vengono visto solo come un disturbo. Niente di più vero.
Purtroppo Livorno è questa che si voglia o meno. E' una città che sembra viva d'estate (solo perché i livornesi si catapultano tutti sul lungomare) ma che la vera faccia la mostra d'inverno, ovvero quella della desolazione.
Il turismo proveniente dalle navi da crociera non viene valorizzato, cime viene riportato perfettamente nell'articolo di Rolling Stone, e tutte le amministrazioni pensano di più alle cose futili che a quelle utili che generano posti di lavoro, entrate e ricchezza.
Un pò di autocritica ogni tanto va fatta, ma non per piangerci addosso, ma bensì per darci forza e trovare una soluzione ai problemi. Uscire dai confini di Stagno e di Quercianella non farebbe male ogni tanto.

IL TITOLO SULLA RIVISTA

➤ PER LEGGERE L'ARTICOLO DI ROLLING STONE CLICCATE QUI

sabato 20 luglio 2019

IL NO DI FRATELLI D'ITALIA ALLA PROPOSTA DELL'ASSESSORE AL SOCIALE RASPANTI SUI RICHIEDENTI ASILO

In merito alla proposta dell'Assessore al sociale del Comune di Livorno Raspanti sull'iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo arriva il no di Fratelli d'Italia tramite il capogruppo in Consiglio Comunale Andrea Romiti, ecco le parole: "Se avesse governato il centrodestra i primi atti sarebbero stati verso chi ha sempre pagato le tasse regolarmente in Italia e oggi si trova in condizione di disagio economico, invece il Partito Democratico si impegna a stravolgere il Decreto Sicurezza per incrementare il business degli immigrati e dare l'iscrizione anagrafica ai richiedenti asilo, di cui il 95% poi si scopre essere clandestini. A noi contribuenti aumenteranno i costi, perché dovremo pagare ingiustamente, rispetto a questo 95%, i costi dell'accesso ai servizi che spettano ai residenti, per esempio la presa in carico da parte degli assistenti sociali, l'accesso all'edilizia pubblica, l'iscrizione ad un centro per l'impiego. Inoltre un documento d'identità valido dato con la residenza è richiesto per sottoscrivere un contratto di lavoro, per prendere in affitto una casa o per aprire un conto corrente bancario. Tutto questo incentiva gli stranieri a venire in Italia non con le quote lavoro ma con i barconi ingrassando le mafie nazionali ed internazionali. Dietro questo buonismo, si nasconde il traffico degli esseri umani".

Ecco il titolo dell'articolo pubblicato da Livorno Press: