giovedì 28 giugno 2012

IL CASO DELLE DIMISSIONI DI UN PRIMARIO DELL'OSPEDALE DI LIVORNO DIVENTA UN CASO POLITICO

Sono diventate un caso politico le dimissioni del primario di chirurgia dell'ospedale di Livorno Maurizio Viti. Il Partito Democratico scende direttamente in campo tramite il senatore livornese Marco Filippi che si schiera dalla parte dell'ex primario.
Una battaglia (nella guerra di potere che si sta svolgendo all'interno della politica livornese) in cui viene tirato in ballo dal senatore anche il sindaco di Livorno. Sindaco che viene addirittura chiamato da Filippi la "massima autorità sanitaria cittadina" (come se fosse il presidente degli Stati Uniti) e che viene invitato a creare un dibattito all'interno del Partito Democratico sulle dimissioni che ci sono state all'interno dell'ASL, prima con il direttore amministrativo Luca Cei e poi con il primario Maurizio Viti.
Un segno che sta rendendo il potere di chi comanda a Livorno sempre più fragile e che può aprire possibilità di cambiamenti all'interno della politica labronica bloccata a stagnante da troppo tempo.

Nessun commento:

Posta un commento