#LivornoTimesLive: LA VITA POLITICA ED ECONOMICA DI LIVORNO IN TEMPO REALE, CLICCATE QUI | IL NOSTRO BLOG SU TWITTER: CLICCATE QUI E SEGUITECI | IL NOSTRO BLOG SU FACEBOOK: CLICCATE QUI PER VEDERE LA NOSTRA PAGINA | IL NOSTRO BLOG SU TUMBLR: CLICCATE QUI E SEGUITECI

sabato 9 agosto 2014

LA CIRCOLAZIONE DELLE BICICLETTE A LIVORNO, UN CASO MOLTO PARTICOLARE E PERICOLOSO

UNA PISTA CICLABILE A LIVORNO
La circolazione delle biciclette a Livorno deve essere sicuramente disciplinata visto che il codice della strada, in particolare IL COMMA 9 ART. 182, è molto chiaro.
Infatti l'articolo sansisce l'obbligatorietà per i conducenti delle biciclette di transitare sulle piste riservate, dove esistano.
L'inottemperanza all'obbligo, cioè nel caso in cui fosse presente una pista ciclabile ed il ciclista percorresse la carreggiata comune, è punita con la sanzione amministrativa che va da 24 a 94 euro.
Le piste ciclabili devono possedere caratteristiche specifiche che riguardano le dimensioni di larghezza (decreto ministeriale 30 novembre 1999 n. 57).
La larghezza minima della corsia, comprese le strisce di margine, deve essere di 1,50 metri. La larghezza è riducibile a 1,25 metri nel caso si tratti di due corsie contigue dello stesso od opposto senso di marcia, per una larghezza complessiva di 2,50 metri.
Per alcuni tratti però è consentito di ridurre la larghezza ad 1 metro ma deve essere segnalata con una cartellonistica dedicata.
LA SEGNALETICA PER LE BICI
CONTRO SENSO
Per le biciclette è anche vietato andare contro senso a meno che la strada non sia larga minimo 4,25 e che ci sia la segnaletica che avvisa i conducenti degli altri mezzi della presenza di ciclisti in contro senso


Nessun commento:

Posta un commento